Rincaro bollette e ritorno al nucleare

120 Visite

In tempo di PNRR bisogna agire con l’ottica di provvedimenti che non abbiano una semplice funzione riparatoria ma che siano ben mirati a realizzare soluzioni a medio-termine. Invece di fronte al rincaro bollette si risponde con azioni transitorie ed emergenziali e, ancora una volta, si incorre nell’errore di non dare spazio alle fonti rinnovabili ossia alle fonti pulite nè si pensa all’elaborazione di una nuova progettualità energetica, in linea con l’esigenza di rigenerazione territoriale, ma addirittura si torna a parlare di nucleare.

Cambiare rotta per il bene comune significa attuare una nuova politica che promuova sistemi di stabilità e controllo del mercato dell’energia e del gas e che renda meno pesanti gli oneri burocratici per la realizzazione degli impianti a fonti rinnovabili e delle comunità energetiche.

Antonella Cirese

Promo