Guerra Ucraina-Russia, sindaco Kiev: “Papa venga in città”

95 Visite

Guerra Ucraina-Russia, il sindaco di Kiev Vitaliy Klitschko ha scritto al Papa invitandolo nella capitale ucraina. La lettera risale allo scorso 8 marzo: “A nome del sindaco di Kiev, Vitaliy Klitschko – si legge -, vorremmo invitare Sua Santità, Papa Francesco a visitare Kiev. Crediamo che la presenza di persona dei leader religiosi mondiali a Kiev sia la chiave per salvare vite e aprire la strada alla pace nella nostra città, nel Paese e oltre”.

”Offriamo il nostro aiuto su tutto ciò che potrebbe essere necessario a Sua Santità. Se un viaggio a Kiev non è possibile, – si legge nella missiva che porta la firma di Klitschko – chiediamo gentilmente una videoconferenza congiunta, da registrare o trasmettere in direttaSaranno compiuti sforzi per includere il presidente Zelenskyi in questa chiamata. Ci rivolgiamo a lei come leader spirituale, a mostrare la sua compassione, a stare con il popolo ucraino diffondendo insieme l’appello alla pace”.

LA RISPOSTA DEL VATICANO – “Il Santo Padre ha ricevuto la lettera del sindaco della capitale ucraina ed è vicino alle sofferenze della città, alla sua gente, a chi ne è dovuto fuggire e a chi è chiamato ad amministrarla”. Lo fa sapere il portavoce del Vaticano Matteo Bruni.

Il portavoce Vaticano aggiunge che il Papa “prega il Signore che siano protetti dalla violenza. E per loro e per tutti ribadisce l’appello fatto domenica scorsa con la Preghiera dell’Angelus: ‘Davanti alla barbarie dell’uccisione di bambini, di innocenti e di civili inermi non ci sono ragioni strategiche che tengano: c’è solo da cessare l’inaccettabile aggressione armata, prima che riduca le città a cimiteri’”.


Promo