La Russia accusa l’Azerbaigian: violato il cessate-il-fuoco in Nagorno

96 Visite

Mosca ha accusato l’Azerbaigian di aver violato un accordo di cessate il fuoco entrando nella zona della missione russa di mantenimento della pace nella regione separatista del Nagorno-Karabakh e usando droni per colpire le truppe del Karabakh. La Russia ha quindi esortato l’Azerbaigian a ritirare le truppe. “Violando le disposizioni di una dichiarazione trilaterale dei leader di Russia, Azerbaigian e Armenia del 9 novembre 2020, le forze armate dell’Azerbaigian tra il 24 e il 25 marzo sono entrate nella zona di responsabilità del contingente di mantenimento della pace russo nel Nagorno-Karabakh e hanno istituito un posto di osservazione”, ha affermato il ministero della Difesa russo in una nota. Secondo Mosca, droni di fabbricazione turca sono stati usati per colpire le truppe del Karabakh vicino al villaggio di Farukh.

AGI

Promo