Onu, circa un migliaio di marinai bloccati nei porti ucraini

78 Visite

Ci sono quasi un migliaio di marinai, rimasti bloccati nei porti ucraini a causa dell’invasione russa: lo hanno denunciato due agenzie delle Nazioni Unite, l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) e l’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO), secondo cui ci sono anche un centinaio di navi mercantili bloccate in Ucraina e nelle acque dei Paesi vicini. I marinai sono concentrati principalmente nell’area del Mar d’Azov e nel porto di Mariupol.
Le due agenzie hanno inviato una lettera ai responsabili dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, del Comitato internazionale della Croce Rossa e a Medici senza frontiere per esprimere la loro preoccupazione per la sorte dei marinai.

“Oltre al rischio di bombardamenti, molte delle navi” ora hanno “problemi di cibo, carburante, acqua dolce e altri rifornimenti essenziali”; di qui la richiesta di “prendere misure urgenti” per rifornire le navi.

Agi 

Promo