Francia: detenuto recita poesia in teatro, poi evade

77 Visite

Ha recitato una poesia sul palco del Teatro dell’Opera, poi ha partecipato al brindisi con gli altri detenuti, quindi si e’ diretto verso l’uscita ed e’…evaso: un detenuto del carcere di Nancy, nell’est della Francia, ha ottenuto un permesso per partecipare a una serata speciale all’Opera de Lorraine, ma ne ha approfittato per far perdere le tracce. 

A confermare la notizia del quotidiano locale L’Est Re’publicain e’ stato il procuratore della Repubblica, Francois Pe’rain. Il giovane, di 23 anni, aveva preso parte personalmente allo spettacolo insieme con altri detenuti, abitanti di quartieri popolari di Nancy e studenti, con il sottofondo di 10 musicisti dell’orchestra sinfonica dell’opera. 

Appassionato di poesia, aveva letto sulla scena una delle sue composizioni, fra gli applausi del pubblico e del sindaco di Nancy, Mathieu Klein, seduto in prima fila. Alla fine della rappresentazione, secondo la ricostruzione, il giovane ha “lasciato il teatro” in tutta tranquillita’, dopo aver partecipato ad un brindisi nella “buvette” con gli altri detenuti e tutti gli invitati. 

Il procuratore Pe’rain ha riferito che ad alcuni testimoni ha dichiarato di “aver voglia di respirare”. 

Era in carcere da febbraio 2019 per furto e violenze aggravate. Sarebbe uscito il 1 settembre. 

Promo