Le parole di Lavrov su Hitler “ebreo” che hanno fatto infuriare Israele

174 Visite

“Zelensky ebreo? Lo era anche Hitler, secondo me. I maggiori antisemiti sono proprio gli ebrei“. Le parole del ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, hanno scatenato la reazione di Israele e della comunità ebraica globale.

Lavrov rispondeva a una domanda su come fosse possibile annunciare la ‘denazificazione’ da parte di Mosca di un Paese il cui presidente ha origini ebraiche e il ministro degli Esteri israeliano Yair Lapid ha preteso le sue scuse e annunciato la convocazione dell’ambasciatore russo. Lapid ha definito le parole di Lavrov “imperdonabili, oltraggiosi e un errore storico”.  “False, deliranti e pericolose” le ha definite il direttore del museo israeliano dell’Olocausto, lo Yad Vashem, Dani Dayan, Per Dayan le parole di Lavrov sono “da condannare”. 

agi

News dal Network

Promo