Draghi: “Da Mosca atto ostile ma non bisogna interrompere i rapporti diplomatici”

85 Visite

Filnandia e Svezia “sono due Stati Membri dell’Unione Europea, che già cooperano strettamente con la Nato, della quale condividono i valori fondanti e di cui contribuiranno a rafforzare le capacita’. Vogliamo velocizzare le procedure interne per rendere l’adesione effettiva nel più breve tempo possibile. E intendiamo sostenere la Finlandia e la Svezia in questo periodo di transizione“. Lo dice il presidente del Consiglio, Mario Draghi, dopo l’incontro a Palazzo Chigi con la Prima Ministra della Repubblica di Finlandia, Sanna Marin.

“Dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, i nostri Paesi sono compagni di strada – ha aggiunto Draghi – Italia e Finlandia sono stati ammessi alle Nazioni Unite nello stesso anno, nel 1955. I rapporti bilaterali sono eccellenti e negli ultimi anni hanno visto un progressivo rafforzamento, in particolare sul piano economico e commerciale. Auspico possano consolidarsi ulteriormente, soprattutto in settori innovativi come la farmaceutica, le biotecnologie, l’elettronica”. 

Dopo la conquista di Mariupol, mentre continuano gli attacchi russi nella parte orientale dell’Ucraina, dall’altra parte del confine il governatore della regione russa di Belgorod, Vyacheslav Gladkov, ha fatto sapere che uno dei suoi villaggi è stato attaccato con bombe provenienti da oltre frontiera, senza che ci siano state vittime ma solo un ferito lieve. 

Secondo lo stato maggiore di Kiev, a occidente i russi hanno continuato  “a lanciare attacchi missilistici su infrastrutture militari e civili nelle regioni di Leopoli, Chernihiv e Sumy.

La Russia non permetterà che scoppi la terza guerra mondiale, ma è in grado di dare una risposta immediata e molto potente in caso di attacco. Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione russa, Dmitry Medvedev, secondo quanto riporta l’agenzia Tass.

agi

Promo