Con la nuova lista nera di Mosca sanzionato anche il ceo di Netflix

51 Visite

In risposta alle sanzioni occidentali, Mosca ha stilato una lista di 61 americani, rappresentanti del governo ma anche amministratori delegati di aziende. Nel mirino è finito il ceo di BlackRock Larry Fink, quello di Delta Airlines che aveva abbandonato il suo accordo di code-sharing con la compagnia di bandiera russa Aeroflot.

Sanzioni anche per United per aver smesso di volare nei cieli russi. Il presidente della Universal Pictures, Peter Cramer, è stato sanzionato per aver sospeso l’uscita di film, prodotti dagli studios statunitensi in Russia.

L’amministratore delegato di Netflix, Reed Hastings, per aver interrotto il servizio per i clienti russi. La ritorsione prevede un ‘lista di arresto’, che implica il divieto di viaggiare in Russia per un periodo indefinito. 

Tra i funzionari entrano nella lista nera la ministra dell’Energia Usa Jennifer Granholm; la secretaria del Tesoro Janet Yellen, e il directore del Consiglio economico della Casa Bianca Brian Deese. 

agi

Promo