Cremlino, le sanzioni sono un boomerang contro l’Occidente

48 Visite

“La Russia è un Paese troppo grande perche’ la guerra ad essa (con le sanzioni, ndr) non torni indietro come un boomerang”. Parola del portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, che in una lunga intervista all’agenzia russa Tass, ha parlato del prossimo Forum economico internazionale di San Pietroburgo, a cui il 17 giugno parteciperà lo stesso presidente Vladimir Putin.
“Tutte queste restrizioni, le sanzioni che sono state introdotte (contro la Federazione Russa), stanno colpendo i prezzi di energia, cibo e così via”, ha osservato ancora Peskov, preannunciando che, nel suo intervento Putin toccherà sicuramente il tema. 

agi

Promo