Elezioni nulle a Castelguidone (Chieti): tutti pugliesi nell’unica lista ammessa, ma non vota nessuno

56 Visite

Nella tornata elettorale legata alle elezioni amministrative del 12 giugno scorso, il caso più incredibile si è verificato nel Comune abruzzese di Castelguidone, in provincia di Chieti. Dei 287 abitanti della cittadina aventi diritto al voto, alle urne se n’è presentato, infatti, solamente uno, che tra l’altro ha evitato di esprimere la propria preferenza, consegnando la propria scheda in bianco.

La ragione è presto detta: il sindaco uscente del paese, Donato Sabatino, non si è ripresentato, rinunciando alla competizione per ragioni legate alla propria professione. Unica lista ammessa è risultata quella dell’ “Altra Italia-Destra italiana-Mov. per l’Italia sociale-Mda”.

La particolarità sta nel fatto che il candidato sindaco Guglielmo De Santis è originario di Gallipoli (Lecce), e non ha alcun legame con Castelguidone, e nemmeno la residenza in loco. E lo stesso vale per gli 8 candidati della sua lista, tutti pugliesi (gallipolini, di Cerignola e Gagliano del Capo) e sconosciuti alla cittadinanza del Comune abruzzese.

Il voto, ovviamente, è risultato  nullo, come precisa il Viminale, per il mancato raggiungimento “del quorum dei votanti del 40%.” Significativo il dato percentuale relativo all’affluenza (0,36%). Ora Castelguidone sarà commissariato. 

Promo