Le mascherine non sono più obbligatorie nei cinema e a teatro

67 Visite

 Non è più obbligatorio l’uso delle mascherine nei cinema, teatri e luoghi sportivi al chiuso. “Siamo di fronte a un altro passo verso la normalità – ha commentato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ospite del Tg1 mattina – Un segnale importante è stato quello di consentire ai nostri ragazzi di fare gli esami di terza media e della maturità senza mascherina.

Resta aperta la riflessione se mantenere fino a settembre l’obbligo delle mascherine sui mezzi di trasporto. Le scelte definitive saranno fatte oggi in consiglio dei ministri”. “Il virus circola ancora – ha detto Costa parlando dei dati in aumento sui contagi Covid -. L’obiettivo ‘contagio zero’ è irraggiungibile, noi puntiamo a una convivenza col virus il che significa tornare alla normalità con le nostre attività e anche fare in modo che gli ospedali possano continuare senza problemi l’attività ordinaria. E i dati riferiti all’occupazione dei nostri ospedali ci dicono che siamo di fronte a una situazione sotto controllo. Per quanto riguarda il prossimo autunno – ha aggiunto il sottosegretario – è ragionevole pensare a un richiamo di un vaccino che sia aggiornato nei confronti delle nuove varianti. Poi valuteremo l’evolversi della situazione, consapevoli che il nostro Paese è pronto ad affrontare altre realtà con un’altra campagna vaccinale”.

Sull’ipotesi di un ritorno delle mascherine a scuola a settembre il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi è stato laconico: “Non è una lotteria, noi non giochiamo alla lotteria con i nostri figli. Stiamo lavorando per una presenza in sicurezza e soprattutto in presenza perché la scuola vuol dire presenza, vuol dire condividere la quotidianità”. “Stiamo lavorando proprio per evitare la lotteria – ha sottolineato – non è una lotteria ma la nostra vita quotidiana. Ci vediamo con continuità con il ministro Speranza e Brusaferro, seguiamo passo passo l’evoluzione della pandemia. Per l’anno prossimo lavoriamo a un anno in presenza e in sicurezza, pronti però a ogni evenienza”. 

Intanto il ministro della Salute Roberto Speranza è in isolamento dopo essere risultato positivo al covid e si colleghera in videoconferenza con il Consiglio dei Ministri.

agi

Promo