Il sindaco di Roma Gualtieri sostiene che la fase critica sui rifiuti è finita

44 Visite

 La fase più critica legata al problema della raccolta dei rifiuti nella Capitale dopo l’emergenza causata dall’incendio che ha distrutto uno dei due Tmb a Malagrotta “è superata”: lo afferma il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, durante la presentazione in piazza Mazzini del servizio di potenziamento dei servizi di spazzamento e lavaggio strade messo a punto da Ama.

“Si era fermato il 50% degli sbocchi – ricorda il sindaco – poi uno dei due Tmb è tornato in funzione ma l’altro, che è più grosso, continua ad essere indisponibile. Riuscire in così poco tempo a trovare degli sbocchi alternativi non è stato semplice. C’è stato un appesantimento – ha sottolineato ancora Gualtieri – perché diverse migliaia di tonnellate di rifiuti non sono state raccolte. Adesso che ci sono finalmente gli sbocchi si va a migliorare e noi confidiamo di uscire finalmente da questa situazione. Siamo usciti dalla fase più critica e pensiamo che, dai prossimi giorni – ha concluso – si vedrà che non ci saranno più i cumuli dei rifiuti e si potrà tornare a una fase positiva di raccolta”.

Ha aggiunto poi il sindaco: “Realizzeremo gli impianti che a Roma non sono mai stati fatti a partire dal termovalorizzatore. Ieri è andato bene il passaggio in Parlamento, il testo del decreto è confermato, quindi, noi andremo avanti”. Ieri le commissioni Bilancio e finanze della Camera hanno bocciato l’emendamento del Movimento 5 stelle che modificava l’articolo del dl Aiuti legato alla costruzione del termovalorizzatore nella Capitale.

“L’unica vera soluzione che regge nel tempo e che consente di risparmiare risorse e investire ancora di più sulla pulizia – ha rimarcato il sindaco – è avere i nostri impianti, non dover mandare i rifiuti in Europa e negoziare. Questa non è una soluzione strutturale e degna. La soluzione – ha spiegato Gualtieri – è nella realizzazione dei nostri impianti che procede spedita. Noi ci sentiremo soddisfatti quando la città avrà gli impianti e sarà uno specchio. Fino a quel momento combattiamo una battaglia dopo anni di abbandono di questa città”. 

agi

Promo