Unicef, 300 consulti sulle vaccinazioni nei centri sfollati in Ucraina

37 Visite

Nell’ambito di un progetto Unicef, 48 operatori sanitari hanno visitato alcuni centri per gli sfollati interni in Ucraina per contrastare la disinformazione sui vaccini e ridurre la diffusione di malattie infettive. Il progetto del Fondo delle nazioni unite per l’infanzia vedrà dottori tenere conferenze pubbliche e incontri privati con sfollati e si svolgerà per tutta l’estate in cinque regioni dell’Ucraina: Leopoli, Ivano-Frankivsk, Ternopil, Zakarpattia e Chernivtsi.

Il personale sanitario dell’Unicef risponderà anche ad alcune delle domande più comuni sulle vaccinazioni e darà consigli agli sfollati su dove e come possono ricevere tutte le vaccinazioni necessarie secondo il calendario vaccinale. Sono previsti incontri simili in oltre 700 centri temporanei per sfollati interni.

Nelle prime quattro settimane del progetto, gli operatori sanitari hanno fornito consulti a circa 3.000 ucraini, con le regioni di Leopoli e Ternopil che hanno registrato il maggior numero di persone che si sono poi registrate per la vaccinazione.  

agi

Promo