Il piano di Putin per resistere alle sanzioni ed esportare energia in India e Cina

56 Visite

 “Dobbiamo lavorare su piani a lungo termine per sviluppare il settore dei combustibili e dell’energia, diversificare le forniture ai mercati del sud e dell’est” ha detto il presidente russo Vladimir Putin, “Le nostre aziende devono essere pronte per l’embargo dell’Ue sul petrolio russo. Le azioni per ridurre la dipendenza dall’energia russa hanno fatto aumentare i prezzi del gas in Europa”.

“Non abbiamo ancora iniziato a fare sul serio” in Ucraina, “ma al tempo stesso non rifiutiamo di tenere colloqui di pace. Tuttavia, coloro che si rifiutano dovrebbero sapere che più avanti andiamo, più difficile sarà per loro negoziare con noi” è stato l’avvertimento lanciato dal presidente russoparlando ai leader dei gruppi alla Duma.

L’Occidente, che voleva colpire l’economia russa e demoralizzare la società con le sanzioni, ha fallito, ha aggiunto il presidente russo. “Ovviamente, non stavano solo cercando di colpire duramente l’economia russa. Il loro obiettivo era seminare discordia, confusione all’interno della nostra società, demoralizzare la nostra gente. Ma qui hanno sbagliato i calcoli. Niente ha funzionato e sono sicuro che niente lo farà”, ha sottolineato.

“Dicono di volerci sconfiggere sul campo di battaglia, che ci provino. Abbiamo già sentito molto volte che l’Occidente vuole combatterci fino all’ultimo ucraino“.

“Non abbiamo ancora iniziato a fare sul serio” in Ucraina, “ma al tempo stesso non rifiutiamo di tenere colloqui di pace. Tuttavia, coloro che si rifiutano dovrebbero sapere che più avanti andiamo, più difficile sarà per loro negoziare con noi”.

agi

Promo