Sfogliamondo: notizia del giorno, le immagini dell’Universo scattate da Webb

35 Visite

 Le straordinarie immagini dell’universo riprese dal telescopio spaziale Webb sono tra le notizie in evidenza sui maggiori quotidiani internazionali, che presentano oggi un ventaglio di temi piuttosto diversificato. Sulla stampa americana trovano spazio soprattutto i nuovi sviluppi dell’inchiesta parlamentare sull’attacco dei trumpiani contro il Campidoglio e la battaglia legale tra Twitter ed Elon Musk, i giornali britannici restano focalizzati sulla corsa per la successione a Boris Johnson, mentre il francese Le Monde punta sulla trasformazione in atto nel mondo del lavoro, e la tedesca Faz è l’unica tra le maggiori testate a mettere l’accento sulla parità tra euro e dollaro. 

Washington Post 

L’indagine parlamentare sull’assalto dei trumpiani al Campidoglio dopo la vittoria elettorale di Biden evidenzia l’effetto trainante che ebbero i tweet di Donald Trump: questo il titolo di maggior evidenza sulla prima pagina del Washington Post, che dedica al tema anche altri due pezzi. “Donald Trump ha scribacchiato su Twitter le parole che hanno motivato gli estremisti di destra a cercare il sangue il 6 gennaio 2021 e ha mantenuto segreto un piano per indirizzare i suoi sostenitori in Campidoglio quel giorno”: così il giornale sintetizza le risultanze di prove e testimonianze presentate ieri alla settima udienza della commissione della Camera che indaga sulla rivolta.

I tweet con cui il presidente sconfitto annunciava che il 6 gennaio ci sarebbe stata una protesta “selvaggia”, secondo la commissione, hanno spinto due gruppi estremisti, i Proud Boys e gli Oath Keepers, che non avevano agito mai insieme prima, a unirsi e coordinare la loro pianificazione, anche con mappe di Washington con le posizioni della polizia. Il che, sempre secondo la commissione, mostra “un disegno di Trump per intensificare gli sforzi per contrastare un pacifico trasferimento di poteri”.

Con un altro titolo, il giornale mette in risalto il monito rivolto a Trump dalla vicepresidente della commissione, la repubblicana Liz Cheney, sui tentativi di influenzare i testimoni: “Li prenderemo molto seriamente”, ha detto Cheney, riferendo che Trump ha personalmente tentato di contattare una persona convocata a testimoniare, e che questa non ha risposto alla telefonata e ne ha subito informato il proprio legale. La commissione, ha detto Cheney, ha comunicato l’episodio al Dipartimento della Giustizia, per la valutazione della sussistenza di eventuali reati. Un servizio a parte è dedicato alla ricostruzione di come furono vissute quelle ore drammatiche alla Casa Bianca, dove un gruppo di consiglieri di Trump insisteva nella teoria dei brogli, da altri definita una sciocchezza, in un clima di “urla, insulti e volgarità”. 

Spazio anche alla terza puntata dell’inchiesta di un pool di giornali, tra cui il Post, sulle spregiudicate politiche di Uber per assicurarsi il primato nei servizi di mobilità urbana, e alla “epica” battaglia legale tra Twitter e Elon Musk, formalmente aperta ieri dal social network con il deposito di un atto di citazione. 

New York Times 

La notizia del giorno per il New York Times è la “la nuova impressionante occhiata sull’antico universo” offerta dalle immagini del telescopio spaziale Webb, che ci ha inviato “una spettacolare sequenza, finora invisibile, del nostro nascente universo”. Il giornale si lascia tentare dal lirismo: “Antiche galassie tappezzano il cielo come gioielli su velluto nero. Stelle nascenti che brillano dal profondo all’interno di nubi cumuliformi di polvere interstellare. Sentori di vapore acqueo nell’atmosfera di un esopianeta remoto. La loro somma è sia una nuova visione dell’universo che una visione dell’universo come appariva quand’era nuovo”.

Spazio anche alle accuse rivolte ieri a Trump dalla commissione parlamentare d’inchiesta di aver istigato l’assalto al Campidoglio dopo la sua sconfitta elettorale. Il Nyt srive che, secondo le risultanze dell’indagine, Trump aveva anche pensato di mandare i suoi seguaci a disturbare le operazioni di scrutinio in un “estremo tentativo” di cambiare il risultato elettorale. Il giornale mette in evidenza anche un proprio sondaggio sulle elezioni di midterm, da cui risulta un testa a testa tra i democratici e i repubblicani: tra coloro che dicono che voteranno, il 44% sono per i repubblicani e il 43% per i democratici, mentre un campione più esteso alla domanda su quale maggioranza preferirebbe in Congresso ha risposto democratica al 41% e repubblicana al 40%. 

Wall Street Journal 

Twitter ha formalmente aperto le ostilità giudiziarie contro Elon Musk, con un atto di citazione teso a imporgli di comprare la società per 44 miliardi di dollari, e il Wall Street Journal impagina con risalto la notizia. Nell’atto, depositato presso la Corte del Delaware, Twitter lamenta: “Dopo aver organizzato uno spettacolo pubblico per mettere in gioco Twitter, e dopo aver proposto e poi firmato un accordo di fusione favorevole ai venditori, Musk si crede, a differenza di ogni altra parte soggetta al diritto contrattuale del Delaware, libero di cambiare idea, spazzare via la società, interrompere le sue operazioni, distruggere il valore per gli azionisti e andarsene”. Il giornale sottolinea che “secondo gli esperti di diritto societario, Twitter sembra poggiarsi su basi legali più solide di Musk, ma la domanda più grande è se Twitter possa costringere il miliardario ad acquistare una società che non vuole possedere”.

In tal senso, rileva il Wsj, vi sono pochi precedenti, tra i quali quello in cui nel 2001 i giudici imposero alla Tyson Foods di acquisire l’azienda di confezionamento di carne IBP, con cui aveva stipulato un preliminare di acquisto poi non rispettato. Tra gli altri titoli di prima pagina, un servizio sul caos dei voli in Europa, con focus sull’aeroporto londinese di Heathrow che ha chiesto ai vettori di limitare le vendite di biglietti, la nuova seduta della commissione parlamentare d’inchiesta sull’assalto al Campidoglio, in cui Trump è stato accusato di aver spinto i gruppi di estrema destra alla violenta protesta, e un approfondimento sulla Svizzera, che benché si avesse annunciato di unirsi alle sanzioni decide dall’Ue contro gli oligarchi di Putin, resta l’“anello debole della catena” e continua a offrire ai miliardari russi varie scappatoie per difendere i loro tesori. 

Financial Times 

Entra nel vivo la corsa alla leadership Tory dopo Boris Johnson, cui per il terzo giorno consecutivo il Financial Times riserva il posto d’onore in prima pagina. Ieri si è ristretta la griglia di partenza, con i candidati ridotti a otto dopo la rinuncia di tre aspiranti. Il favorito, titola Ft, è Rishi Sunak, ex cancelliere dello Scacchiere, ovvero ministro delle Finanze, dimessosi qualche settimana fa in polemica con Johnson ed esponente della sinistra del partito. Il giornale sottolinea che anche nelle previsioni dei bookmaker è Sunak il più quotato, seguito dalla ministra del commercio, Penny Mordaunt, e dalla ministra degli Esteri, Liz Truss, campionessa della destra conservatrice. Nel partito, intanto, le tensioni interne si surriscaldano, in un rovente clima di accuse reciproche. La ministra della Cultura, Nadine Dorrier, ha parlato “sporche manovre” che lo staff di Sunak starebbe attuando “per garantirsi l’avversario che sanno di poter battere, cioè Jeremy Hunt”, l’ex ministro alla Salute.

Contro l’ex cancelliere dello Scacchiere, scrive il giornale, si stanno compattando i big del partito alleati di Boris Johnson. In evidenza anche il tetto di 100.000 passeggeri al giorno stabilito dall’aeroporto londinese di Heathrow nel tentativo di limitare i ritardi e le cancellazioni di voli dovuti alla carenza di personale.  

The Times 

Otto candidati alla leadership Tory si sfidano domani nella prima delle votazioni che alla fine ridurranno a due gli sfidanti, e il Times ribadisce in prima pagina la sua previsione che questi saranno l’ex cancelliere dello scacchiere Rishi Sunak, e la ministra degli Esteri, Liz Truss. Sunak, espressione della sinistra interna, ieri ha lanciato ufficialmente la sua candidatura affermando che “non sarebbe credibile promettere un aumento della spesa e un calo delle tasse”: un colpo alla Truss, che ha fatto del taglio delle tasse il tema centrale della sua candidatura.

A ogni modo, sottolinea il Times, gli osservatori ritengono che la competizione sia “la più diversificata nella storia politica e uno specchio della Gran Bretagna moderna”. Un titolo dà risalto alla polemica sugli aumenti dei compensi concessi dalla Bbc ad alcuni tra i suoi conduttori più noti, nel momento in cui l’azienda presenta un deficit di 1,4 miliardi di sterline e dovrebbe quindi adottare una politica di risparmi. 

Le Monde 

Le trasformazioni che stanno cambiando il mondo del lavoro in Francia sono il tema scelto da Le Monde, per l’apertura. “Dimissioni, riconversioni: il valzer dei dipendenti”, dice il titolo. Dopo il Covid, scrive il giornale, centinaia di migliaia di lavoratori hanno cambiato azienda, settore o sede, alla ricerca di condizioni migliori e più compatibili con la loro vita privata. Si tratta di un fenomeno che interessa tutte le tipologie di impiego, dall’operaio al dirigente, e tutte le fasce di età, ma maggiormente i giovani: il 60% dei dipendenti tra i 30 e i 35 anni dicono di voler cambiare lavoro. Per le imprese le conseguenze possono essere positive, e ci sono aziende avvantaggiate da questa tendenza, ma anche negative, con altre aziende che faticano a trovare personale. Tra gli altri titoli, le rivelazioni sui tentativi manipolatori di Uber e sui suoi rapporti con Emmanuel Macron: la sinistra chiede una commissione d’inchiesta, e il viaggio di Biden in Medio Oriente, con la problematica tappa in Arabia Saudita. 

Le Figaro 

Joe Biden che vola in Arabia Saudita e incontra il principe Mohamed Bin Salman, da lui accusato in campagna elettorale dell’omicidio Khashoggi, è “un potente in ginocchio” secondo Le Figaro, che mette in prima pagina il viaggio del presidente americano in Medio Oriente e gli dedica l’editoriale. In primo luogo, rileva il giornale, “i leader israeliani, palestinesi e sauditi sono consapevoli di accogliere un capo della Casa Bianca indebolito, che inciampa costantemente per l’età, alla mercé di una disfatta nelle prossime elezioni legislative e spinto dal suo stesso campo a non ricandidarsi”.

Inoltre, il presidente infrange una delle sue promesse elettorali, quella di trattare Bin Salman come un paria, perché mandante dell’omicidio del giornalista e oppositore. Lo fa, secondo il giornale, perché punta a ottenere un aumento della produzione di petrolio, nella speranza che ciò possa far calare il prezzo della benzina negli Usa e limitare i danni per i democratici nelle elezioni di midterm. Obiettivo difficile, secondo Le Figaro, perché bin Salman alzerà il prezzo mettendo sul tavolo la sua pregressa intesa con Putin sui livelli di produzione del greggio. Il titolo di apertura del quotidiano è però per il telescopio Webb che “rivoluziona l’astronomia” con le sue eccezionali immagini del punto dell’universo più distante nel tempo e nello spazio. 

El Pais 

L’intervento del premier Sanchez al dibattito parlamentare sullo stato della nazione monopolizza la prima pagina di El Pais. Deciso a “convincere che è il suo obiettivo è evitare che siano i più svantaggiati, ‘la classe media lavoratrice’, a pagare le conseguenze della crisi”, scrive il giornale, Sanchez ha presentato in aula “un’agenza progressista con imposte per le società energetiche e le banche”. 

Da queste tasse, il governo si aspetta entrate per 7 miliardi di euro, da destinare a misure di sostegno per le famiglie, come trasporti locali gratuiti e un assegno da 100 euro al mese per un milione di studenti spagnoli per tutta la durata dell’anno scolastico. Temi sui quali l’opposizione del Partito popolare – sottolinea El Pais – non ha replicato, scegliendo invece di attaccare il governo su un argomento che “nessuno si sarebbe aspettato”, ossia l’Eta, l’organizzazione terroristica basca “definitivamente sconfitta 11 anni fa”.

Assente in aula il leader popolare, Feijoo, è stata la capogruppo Cuca Gamarra a intervenire prendendo spunto dal venticinquesimo anniversario dell’omicidio del consigliere comunale popolare Miguel Angel Blanco, ucciso dall’Eta, per dire che il suo partito si oppone al governo con lo stesso spirito con cui gli spagnoli si opposero allora ai terroristi baschi. 

FRankfurter Allgemeine Zeitung 

L’universo fotografato dal telescopio spaziale Webb è “ancora più bello di quanto immaginato”: così titola la Frankfurter Allgemeine Zeitung, nella sua apertura dedicata alle eccezionali immagini riprese nel punto più distante del cosmo, da un’orbita a 1,5 milioni di chilometri dalla terra: “Che nulla sia andato storto in questo progetto astronomico da record rasenta il miracolo”, sottolinea la Faz.

In prima pagina resta ancora la crisi del gas, con il ministro dell’Economia Habeck che ha respinto la richiesta della Cdu di prorogare i termini di chiusura delle centrali nucleari spiegando che la Germania “ha un problema di riscaldamento, non di energia elettrica”. Il quotidiano dà anche risalto alla notizia della parità nel cambio euro-dollaro registrata ieri per la prima volta dal 2020. La “notevole svalutazione dell’euro”, nota la Faz, “arriva in un momento inopportuno perché, dal punto di vista europeo, rende più costose anche quelle materie prime che si pagano in dollari sui mercati internazionali”.

In Germania, osserva il quotidiano, “c’è la tendenza a percepire la debolezza dell’euro come una sorte immeritata inflitta ai tedeschi”. Ma il fatto è che, spiega, che per aver un euro forte occorre che la Germania sia forte. E in questo momento non sembra esserlo. 

China Daily 

Xi Jinping ha rivolto un appello ai giovani “di ambe le sponde dello Stretto di Taiwan” a lavorare insieme per “realizzare il sogno di una Cina ringiovanita”: è in rilievo sul China Daily il messaggio con cui il presidente è tornato ieri sulla questione taiwanese, in occasione del ventesimo incontro del Forum giovanile dello Stretto, tenutosi a Xianmen, nella provincia cinese del Fujian. Xi, scrive il giornale, “ha incoraggiato i giovani di Taiwan a condividere le loro esperienze e sentimenti con i loro coetanei dell’isola per aiutarli a conoscere la Cina continentale e lottare insieme incessantemente per il ringiovanimento nazionale”.

Il presidente ha affermato che “il futuro della patria e della nazione dipende dai suoi giovani”, e che “come sempre, verranno create condizioni favorevoli affinché i giovani attraverso lo Stretto di Taiwan possano imparare gli uni dagli altri e offrire maggiore opportunità ai giovani di Taiwan per studiare, lavorare, avviare attività e vivere sulla terraferma”. 

Quotidiano Del Popolo 

Cina e Malaysia hanno convenuto di “accelerare la cooperazione pratica e portare avanti i progetti chiave della Belt and Road initiative”, la nuova via della seta: lo scrive il People’s Daily, edizione in inglese dell’organo ufficiale del Partito comunista cinese, che dà spazio all’incontro di ieri tra il re della Malaysia Sultan Abdullah Sultan Ahmad Shah e il ministro cinese degli Esteri Wang Yi. La Cina è stato il principale partner commerciale della Malaysia per 13 anni consecutivi ed è pronta “a collaborare con la Malaysia per rafforzare l’aggancio delle strategie di sviluppo, costruire la Belt and Road initiative con alta qualità, espandere e rafforzare i progetti chiave, stabilire una zona pilota per la cooperazione sulla capacità produttiva e una zona pioniera dell’innovazione e aiutare la Malaysia a dare pieno valore alle sue risorse e alla sua posizione vantaggiosa e a migliorare la sua industrializzazione”, ha affermato Wang, che ha ribadito l’impegno di Pechino a un “regionalismo aperto” nell’Asia-Pacifico.

agi

Promo