PREVEDIBILITÀ E FESTE DELL’UNITÀ (COMPRESA LA RIMA BACIATA)

38 Visite

C’era qualcosa di più facile del prevedere che Brunetta sarebbe risultato , dopo l’ abbandono di Forza Italia, di colpo meno basso?

Che, improvvisamente, le battute sulla sua statura sarebbero state scoperte inopportune? Che sarebbe stata intuita una sua umanità e la sua sofferenza?

Non ci voleva un mago, bastava un minimo di capacità di osservazione e la conoscenza del nemico.

Ho detto nemico , non avversario.

Perché se potevi considerare avversario il comunista della Festa dell’ Unità, quello che in buona fede credeva di poter affidare il futuro a quel Partito, non puoi non considerare un ” nemico” chi perfidamente piega ai suoi interessi opinioni e sensibilità, come accade al mainstream italiano (e non solo).

È la cosa che più mi fa schifo, dalle TV, ai giornali, ai media , alle varie kermesse filosofiche e letterarie.

Fateci caso infatti, le Feste dell’ Unità sono quasi del tutto sparite, troppo ingenue  e, soprattutto, troppo democratiche, infatti…

PINUCCIO TARANTINI

Promo