Razzo cinese, sorvolo Italia non pima delle 23: rischio basso

39 Visite

“Il sorvolo dell’Italia” da parte del detrito del razzo cinese durerà 32 secondi ed è “previsto tra questa notte alle 23.08 e le 11.03 di domani mattina”: lo riferiscono fonti della Difesa spiegando che verranno “lambite una parte della Calabria, la Basilicata e la Puglia” con la probabilità di un impatto “molto bassa, ma presente”.

Il Centro Space Situational Awareness di Poggio Renatico, in coordinamento con il Comando delle Operazioni Spaziali (COS) della Difesa, che opera alle dipendenze del Comando Operativo di Vertice Interforze (COVI), sta monitorando il rientro incontrollato nell’atmosfera del secondo stadio di un razzo cinese che, il 24 luglio, aveva portato in orbita il modulo Wentian della stazione spaziale della Repubblica Popolare Cinese.

“Il rientro e’ innanzitutto basato su una stima”, spiegano le fonti della Difesa. “L’orario e’ fissato alle 23.37 locali – aggiungono all’AGI -, ma abbiamo un’incertezza di 5 ore 52 minuti al momento. Nei giorni precedenti quest’incertezza era maggiore”. Il tempo di sorvolo dell’Italia sara’ di circa 32 secondi e “saranno lambite una parte della Calabria, la Basilicata e la Puglia”. Le restanti orbite che lambivano altre tappe d’Italia sono andate in esclusione secondo l’ultimo rapporto. “Il sorvolo dell’Italia e’ previsto tra questa notte alle 23.08 e le 11 e 03 di domani mattina, questo e’ il margine di incertezza“, spiegano le stesse fonti. I rischi sono definiti “relativamente molto bassi, perche’ il tempo di sorvolo dell’Italia e’ marginale e non lambisce tantissimi territori. La probabilita’ dunque e’ molto bassa, ma presente”.

Promo