Il pianeta è malato, come la politica

37 Visite

Viviamo in un mondo ipocrita, in cui la politica ci prende in giro e finge di non conoscere la gravità della situazione, quanto malato sia il pianeta semplicemente perché crede che le conseguenze arriveranno fra decenni, in pratica nasconde la polvere sotto il tappeto.

Leggo sui social un sacco di cazzate, vedo per strada orde di ragazzini a farsi video tik took sperando di diventare famosi o meglio influencer e guadagnare grazie alla aridità mentale della società contemporanea. Invece la preoccupazione di tutti dovrebbe essere rivolta verso la politica, tutti noi dovremmo lanciare messaggi chiari e forti: IL PIANETA È MALATO E LA POLITICA NON PUÒ PIÙ EVITARE DI AGIRE, PROBABILMENTE È GIÀ TROPPO TARDI.

I governi che non si oppongono alle scelte come quelle elencate sotto in nome del Dio denaro sono complici. I cittadini dovrebbero veicolare messaggi per indurre la politica ad invertire la rotta. Non è possibile che milioni di persone siano interessate alla nuova linea di prodotti per la scuola lanciata dall Ferragni (che non ha colpa per essere influencer di milioni di deficienters) e non si attivino per richiamare i Governi ad agire.

Le 2 foto sotto sono del “fu verdissimo” Hyde Park a Londra 10 giorni fa e del fiume Po a inizio agosto. Il pianeta ha la “febbre”, come sostiene Mario Tozzi eppure:

– I giochi olimpici invernali si sono tenuti a Pechino sulla neve artificiale.

– In Francia, le località sciistiche illuminano le piste fino a mezzanotte in modo che gli “alzati tardi” possano sciare di notte.

– Lufthansa effettua centinaia di voli “vuoti” per mantenere gli slot.

– La maggior parte delle grandi partite di calcio si svolgono di sera sotto i mega riflettori che consumano tutto!

– I nuovi e giganteschi stadi di calcio chiamati ad ospitare la Coppa del Mondo in Qatar sono climatizzati, nel deserto (senza parlare di quanti schiavi moderni siano morti per costruirli nel silenzio generale del mondo del pallone!)

– Centinaia di camion girano per portarci frutta e verdura dalla Spagna mentre i prodotti regionali vanno nella spazzatura 

– La nave più grande del mondo: Wonder of the Seas trasporterà 7000 passeggeri, 2300 membri dell’equipaggio e girerà il mare…delle bombe ecologiche e dei pessimi esempi di consumismo sfrenato e senza regole

– Migliaia di mega-navi portacontainer circolano nel mondo e ciascuna consuma migliaia di litri di carburante per percorrere 1000 km.

Il trionfo dell’ipocrisia.

Se i cittadini tacciono non ci sarà speranza perché la politica agirà solo quando sarà troppo tardi (campagna elettorale settembre ‘22: qualcuno parla di ambiente, siccità e come affrontare la prima emergenza planetaria?). Io non posso certamente agire ma se tutti si smettesse di pensare alle frivolezze e ci si attivasse per far circolare messaggi tipo questo, gli analisti del web scoprirebbe il ruolo attivo che può avere la cittadinanza nel dettare l’agenda politica.

ROBERTO RIGANTE

Promo