L’oro europeo di Marsaglia, un tuffo nella storia

56 Visite

Un tuffo nella storia per Lorenzo Marsaglia: lo ha fatto nella sua Roma. A poche ore da un’altra stupenda doppietta, oro Gregorio Paltrinieri e argento per Domenico Acerenza nella 5 km in acque libere nel mar Tirreno difronte alla spiaggia di Ostia, dai tuffi sono arrivate altre due medaglie con Marsaglia oro e Giovanni Tocci bronzo nel trampolino da tre metri.

Allo ‘Stadio del Nuoto’ al Foro Italico, impianto che ha formato generazioni di tuffatori, il 25enne tuffatore azzurro ha conquistato ai Campionati europei la medaglia d’oro nell’unica specialità olimpica individuale dal trampolino. Marsaglia, atleta della Marina Militare seguito da Benedetta Molaioli, al termine di una prestazione superlativa con due salti oltre gli 80 punti ha scritto un nuovo capitolo del grande librone dei tuffi azzurri inaugurato negli anni ’20.

Lorenzo ha raggiunto sul tetto d’Europa dai tre metri i mitici Klaus Dibiasi e Giorgio Cagnotto. Quest’ultimo vinse dai tre metri nel 1970 a Barcellona davanti a Dibiasi mentre l”angelo biondo’ dal sangue un po’ tirolese nel 1974 a Vienna davanti a Cagnotto che poi vinse il secondo argento nel 1977 a Joenkoeping. Un italiano non saliva sul podio continentale dai tre metri dal 2009 quando, al Campionato europeo di soli tuffi a Torino, Michele Benedetti centro’ il bronzo colore che nel 1991 conquisto’ Davide Lorenzini, nel 1966 Giorgio Cagnotto e nel 1927 il pioniere Luciano Cozzi in quel di Bologna.

Marsaglia, argento nei giorni scorsi dal trampolino da un metro e bronzo nel 2019 in quel di Kiev sempre dal metro, oggi pomeriggio in finale ha sfiorato la perfezione. Aperta la gara con un sicuro triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato, i migliori salti sono stati il triplo salto mortale e mezzo rovesciato raggruppato da 84.00 punti ed il successivo triplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato da 81.61. Un po’ sporcato nell’ingresso in acqua, scarso come si dice in gergo, il sesto tuffo, quello più difficile della serie, il quadruplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato. Ottimo il punteggio complessivo, 453.85.

Malgrado due tuffi sbagliati, Giovanni Tocci, 27 anni cosentino dell’Esercito, seguito dal direttore tecnico della nazionale Oscar Bertone e Lyuba Barsukova, si è messo al collo il secondo bronzo a ‘Roma2022’ dopo quello dal metro. L’azzurro ha sbagliato il doppio salto mortale e mezzo rovesciato carpiato ed il triplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato terminando la prova a quota 392.70.

Tra i due italiani si è inserito il britannico Jordan Houlden con 428.55 punti. Con ancora due gare da disputare, domani il sincro maschile dal trampolino e la piattaforma maschile, l’Italia è seconda nel medagliere dei tuffi con 11 medaglie (4 ori, 2 argenti, 5 bronzi) alle spalle della Gran Bretagna con due podi in meno degli azzurri ma con un oro in piu’. Seguono Germania e Ucraina con 5 medaglie a testa.  

agi

Promo