Il video della ragazza che andava con i pattini in autostrada

58 Visite

 “Stavo solo seguendo le indicazioni del navigatore”: si è giustificata così la persona fermata dalla polizia sabato notte mentre stava percorrendo sui pattini il tratto di autostrada, la A10, che collega Ventimiglia a Genova. Poco dopo la mezzanotte alla centrale operativa della polizia stradale è stata segnalata una persona che percorreva velocemente la corsia di marcia calzando ai piedi dei pattini.

Sono state così dirottate sul posto due pattuglie della sottosezione di Imperia che hanno lavorato in sinergia: la prima rallentando i veicoli che venivano da dietro, la seconda per intercettare la pattinatrice solitaria – che dalle immagini diffuse dalla polizia sembrerebbe appunto una donna – poi bloccata in sicurezza presso un parcheggio.

 

 

 

Con i pattini in autostrada
 

 

 00:00 00:03
 

 

 

 

La persona fermata alla richiesta di spiegazioni da parte dei poliziotti, ha candidamente ammesso che stava ‘solo’ seguendo le indicazioni del suo navigatore satellitare, che gli aveva indicato quel percorso autostradale come la strada più breve da seguire per raggiungere presto la destinazione.

È scattata così una multa e una segnalazione alla motorizzazione civile qualora la pattinatrice intenda prendere la patente. “Questo episodio ci fa capire quanto sia importante la mancanza di consapevolezza dei rischi che si corrono quando si sta sulla strada in modo scellerato” ha dichiarato Paolo Maria Pomponio, direttore del servizio Polizia Stradale.

“Occorre – ha aggiunto – uno scatto culturale da parte di tutti coloro che vivono la strada. Che ci vuole a comprendere cosa mi potrà accadere se mi accingo con i pattini a percorrere l’autostrada, con tutti i tir e le auto che mi sfrecciano di fianco? Per questo la Polizia di Stato proseguirà senza lesinare risorse nella campagna di sensibilizzazione, anche con l’uso del Pullman Azzurro, allo scopo – conclude Pomponio – di diffondere dappertutto la cultura della guida sicura. Perché guidare non è uno scherzo, ma una cosa molto seria”. 

agi

Promo