La “profezia” di Lucio Dalla durante una “lectio” rivoluzionaria agli studenti a Cagliari nel 2009 (IL VIDEO)

360 Visite

Involuzione della specie…sono gli adolescenti che “rischiano” a causa dell’assuefazione a quel che dice il main stream…programmi loro dedicati, prodotti e rivolti ad un pubblico di fruitori di fascia non adulta.

E Dalla cita taluni di questi programmi “Amici, X factor…”perché – la televisione è il nuovo focolare, ha sostituito il caminetto, è attorno ad essa che si riunisce la famiglia contemporanea.

Così, schiacciati tra “seduta” e parete, occorre salutare il sonno sopraggiunto come “vaccino” che rende immuni da una gestione della comunicazione che ha il popolo come subalterno, non come protagonista autonomo.

I giovani vengono «spogliati» dalla loro carica «eversiva nel senso buono della parola»…devono essere “assuefatti” nel senso di “privi di capacità critica”. Il “Potere” vuol stordire i giovani perché non vuole siano reattivi, anzi….vuole tarpare loro le ali…impedendogli di sognare, anzi, di pensare criticamente, perché il pensiero critico è l’humus in cui si sviluppano sogni ed ambizioni.

«Noi abbiamo vissuto in una società -continua Dallapeggiore di questa dal punto di vista del comfort»…ma eravamo meno “tutti uguali”, c’era più individualità (che è cosa ben diversa dall’individualismo ndr).

E torna attuale il messaggio più autenticamente cristiano della “privazione”, perché è attraverso di essa che «si riesce a capire il mondo, non attraverso la pubblicità» perché il consumismo è un conto, essere protagonisti delle proprie scelte un altro…sbagliando, magari, anche, ma non trasformandosi in delle «scimmie da ipnotizzare» come vuole il Potere. 

News dal Network

Promo