Oasi del Wwf aperte per un mese per la Giornata della Terra

141 Visite

Un mese di eventi speciali e di immersioni nella bellezza della natura italiana, dall’oasi del lago di Burano in Toscana alle gole del Sagittario in Abruzzo. Il 22 aprile, in concomitanza con l’ ‘Earth Day’, la Giornata della Terra, tornano (dureranno un mese, fino al 21 maggio) le ‘Giornate delle Oasi WWF’. Le Oasi, patrimonio di biodiversità, sono il più grande progetto di conservazione del WWF in Italia, da oltre 50 anni: luoghi come i prati alpini di Valtrigona in Trentino come la costa incontaminata di Torre Salsa in Sicilia, svolgono un ruolo centrale per difendere migliaia di specie animali e vegetali, fare educazione in natura e promuovere uno sviluppo davvero sostenibile.

E tutte hanno un richiamo speciale a cui rispondere nell’arco di cinque weekend, con decine di iniziative tra cui scegliere. L’iniziativa punta ad amplificare il messaggio dell’ approccio ‘nature-positive’ per tutelare quanto resta di biodiversità, riconnettere cio’ che e’ stato frammentato e rigenerare quello che e’ stato distrutto o degradato. Nel report abbinato alla campagna ReNature il WWF ha ricordato il ‘valore natura’ indicato dall’OCSE: ogni anno i sistemi naturali del Pianeta forniscono benefici al genere umano (servizi ecosistemici) valutabili tra i 125 e i 140mila miliardi di dollari, una volta e mezzo il PIL globale, e alcuni studi di Nature4Climate (una coalizione che include UNEP, UNDP e WWF) affermano che per ogni dollaro speso in rinaturazione si avrebbe un ritorno economico di almeno nove dollari e in alcuni casi fino a trenta.

Nel corso di questo mese molte Oasi apriranno al pubblico organizzando visite guidate all’insegna della biodiversità e della natura.

Tra le varie visite, quelle del 13 maggio all’Oasi urbana di Levadina, a sette chilometri dal Duomo di Milano, e del 21 maggio all’Oasi della Bora (VR). Ci sarà anche la possibilità di riconnettersi con la natura e di vivere momenti rilassanti: il 22 aprile all’Oasi Padule di Bolgheri si potrà partecipare a una sessione di yoga, cosi’ come il 13 maggio all’Oasi di Valpredina e il 21 maggio alla Riserva Naturale Oasi Gole del Sagittario.

Tante anche le attività dedicate agli appassionati degli animali: a Policoro, il 14 maggio con il birdwatching per ammirare l’avifauna delle bellissime coste del metapontino. Non lontano dall’Oasi e Area Marina Protetta di Miramare, invece, il 30 aprile si potrà osservare la fauna dell’area umida del fiume Timavo attraverso una visita con guida naturalistica ed un’illustratrice, per un’esperienza tra arte e scienza.

Tante anche le Oasi che proporranno attività per bambini a stretto contatto con la natura. L’Oasi Ripa Bianca di Jesi ospiterà dei laboratori ludico-creativi: il primo appuntamento sarà il 7 maggio, con un laboratorio di mangiatoie per uccelli, mentre il 21 maggio i bambini scopriranno il mondo degli impollinatori creando bombe di semi di fiori. Diverse Oasi ospiteranno anche eventi legati a ‘Biologico è Natura!’, il progetto nato dalla collaborazione tra WWF Italia e FederBio per sostenere l’agricoltura biologica come mezzi di conservazione per l’ambiente e diffondere la cultura del cibo sano a chilometro zero. In calendario iniziative il 7 maggio nell’ Oasi di Macchiagrande , il 20 maggio nelle Oasi di Pian Sant’Angelo (VT) e Lago di Serranella (CH), il 21 maggio all’Oasi Le Cesine (LE).

Tutti gli eventi sono prenotabili sul sito del WWF. 

agi

News dal Network

Promo