Le leonesse ricompaiono in Ciad dopo 20 anni

140 Visite

In Ciad per la prima volta in 20 anni una telecamera remota ha catturato l’immagine di una leonessa nel Parco Nazionale di Sena Oura, lungo il confine con il Camerun. A riferirlo è la Wildlife Conservation Society, che nei giorni scorsi ha pubblicato lo scatto in collaborazione con il governo del Ciad, precisando che i leoni non erano stati avvistati nel parco per quasi due decenni.

Gli ambientalisti che hanno diffuso l’immagine hanno descritto il felino come “una bellissima leonessa, nel fiore degli anni, muscolosa e chiaramente in ottima salute”.

L’Unione internazionale per la conservazione della natura (Uicn) considera i leoni estinti a Sena Oura, riserva situata vicino al confine tra Ciad e Camerun. La regione frontaliera “ha visto un periodo di bracconaggio organizzato e spietato più di un decennio fa, ma da allora ha beneficiato di un impegno molto forte per la conservazione da parte dei governi sia del Camerun che del Ciad”, ha sottolineato la Wildlife Conservation Society.

Di conseguenza, questi sforzi congiunti hanno prodotto “una migliore protezione dei parchi nazionali e le popolazioni di fauna selvatica stanno ora iniziando a riprendersi”.

Animali “vulnerabili”

Con una popolazione tra 23 mila e 39 mila rimasti in natura, i leoni sono classificati come “vulnerabili” dall’Uicn. La loro distribuzione è particolarmente “piccola e frammentata” nell’Africa occidentale e centrale, secondo la Wildlife Conservation Society. L’uccisione da parte degli umani, la perdita dell’habitat e la perdita delle loro prede hanno contribuito al declino della popolazione. 

agi

News dal Network

Promo