Borrell: “In Ucraina non è il momento della diplomazia, ma delle armi”

153 Visite

Un solo piano di pace, quello di Zelensky, e una constatazione amara: in Ucraina “non è il momento della diplomazia“. Josep Borrell non si abbandona alle illusioni e nel fare il punto sulle iniziative negoziali per porre fine al conflitto – “il piano cinese è un sogno a occhi aperti” –  il rappresentante per la Politica estera dell’Unione europea si dice rassegnato al fatto che “la Russia non accetterà mai” la proposta ucraina.

“I piani di pace sono eccellenti” aggiunge intervenendo all’evento ‘The State of Union’ organizzato dall’Istituto universitario europeo a Palazzo Vecchio. “però ci vuole qualcuno che ne vuole parlare. Più della diplomazia, e la facciamo, purtroppo in Ucraina non è il momento di conversazioni diplomatiche sulla pace. È il momento di sostenere militarmente la guerra“.

È il momento di sostenere militarmente la guerra

“Mi sento un diplomatico ma anche una specie di ministro della Difesa perché passo una parte importante del mio tempo a parlare di armi, di munizioni. Mai avrei pensato che avrei passato così tanto tempo a parlare di quanti colpi di artiglieria possiamo fornire agli ucraini”.

agi

News dal Network

Promo