Sulla Piazza Rossa ha sfilato un solo carro armato

182 Visite

Uno, solitario e vecchio. Mentre le precedenti parate militari del giorno della Vittoria in Russia hanno visto sfilare sulla Piazza Rossa schiere di carri armati, in una dimostrazione di forza militare volutamente ostentata dal Cremlino, quest’anno un solo tank ha attraversato la piazza limitrofa al Cremlino: un T-34 di epoca sovietica.

L’anno scorso, 20 carri armati di tre diversi modelli avevano attraversato la Piazza Rossa. I media russi di opposizione, come Holod, hanno fatto notare che si è trattato della parata “più modesta degli ultimi 15 anni: un solo carro armato, 8 mila soldati (finora ne erano sempre stati schierati più di 10 mila), nessun tank moderno, né mezzi corazzati o veicoli da combattimento per trasporto delle truppe, impiegati nelle ostilità in Ucraina.

L’evento è stato segnato quest’anno da un innalzato livello di sicurezza dopo l’attacco di droni sul Cremlino, che secondo le autorità russe è stato sferrato da Kiev con l’appoggio degli alleati occidentali.

Dopo 15 mesi di offensiva in Ucraina, l’esercito russo appare indebolito dal prolungarsi delle ostilità senza grandi conquiste militari e dalle tensioni tra lo Stato maggiore e i paramilitari della compagnia Wagner: rimane impantanato nella sua lotta per conquistare la città di Bakhmut, l’epicentro dei combattimenti nell’est ormai da mesi.

Video is loading   

Nonostante l’allarme attentati, il presidente Vladimir Putin è sulla Piazza Rossa dove, come da tradizione, terrà un discorso davanti a migliaia di soldati e diversi veterani. Isolato dall’Occidente, accanto al leader del Cremlino siedono sei leader delle ex repubbliche sovietiche che insieme a lui, dopo la parata, andranno a deporre fiori alla Tomba del Milite Ignoto, nei Giardini di Alessandro.

La parata, trasmessa in diretta tv, è iniziata col sottofondo della canzone patriottica, di epoca sovietica, “Guerra santa“. Il comandante della parata, il generale Oleg Salyukov, ha riferito al ministro della Difesa, Serghei Shoigu, sulla prontezza degli equipaggi per la parata.

Shoigu ha passato in rassegna i reggimenti dispiegati in Piazza Rossa congratulandosi per l’anniversario della Vittoria; agli auguri, i soldati in Piazza Rossa hanno risposto all’unisono con il tradizionale ‘Urra’!’ 

Il discorso di Putin

“Oggi la civiltà è di nuovo a un punto di svolta. Una vera guerra è stata scatenata contro la nostra patria, ma garantiremo la nostra sicurezza”. Vladimir Putin ha iniziato il suo discorso in Piazza Rossa per l’annuale parate militare nel giorno dell’anniversario della vittoria sulla Germania nazista.

Poi torna ad attaccare il governo di Zelensky: “Il popolo ucraino è diventato un ostaggio del regime criminale di Kiev, una merce di scambio nei suoi piani crudeli e mercenari”.

!L’intero Paese si è mobilitato per sostenere i nostri eroi” che combattono nell’operazione militare in Ucraina, ha continuato il presidente russo. “Le battaglie che decidono il destino della nostra patria sono sempre diventate sacre“, ha dichiarato, “siamo orgogliosi di chi partecipa all’operazione militare speciale, non c’e’ cosa piu’ importante oggi”

agi

News dal Network

Promo