“Esplosione” in Crimea, deraglia un treno carico di grano

152 Visite

Un treno merci carico di grano è deragliato in Crimea: lo ha fatto sapere il capo dell’amministrazione locale, Sergei Aksyonov, su Telegram. “Alcuni vagoni di grano sono deragliati nel distretto di Simferopol. Nessuno è rimasto ferito“.

In precedenza il ministero dei Trasporti della Crimea aveva annunciato la sospensione dei servizi ferroviari fra Simferopol e Sebastopoli, e la sostituzione del trasporto passeggeri con un servizio di bus.

L’incidente ferroviario sarebbe stato causato da una esplosione, ha detto Vladimir Konstantinov, presidente del Parlamento regionale di Crimea al canale televisivo Rossiya 24, secondo quanto riporta Ria Novosti.

“L’esplosione è avvenuta a causa dell’intervento di persone non autorizzate, le forze dell’ordine stanno lavorando, aspetteremo informazioni ufficiali”, ha aggiunto. L’agenzia russa cita anche la testimonianza di un residente del villaggio di Chistenkoye, nel distretto di Simferopol, secondo cui “questa mattina si è sentito chiaramente un suono simile a un’esplosione, le nostre finestre hanno persino tremato. Successivamente, ci sono state segnalazioni di un deragliamento di un treno non lontano dal nostro villaggio”. 

In precedenza Mosca aveva parlato di sabotaggio. Il deragliamento è stato causato da “interferenze di estranei“, hanno fatto sapere le ferrovie della Crimea in un comunicato.

Secondo il numero uno dell’intelligence militare ucraina, Andrey Yusov, “probabilmente, sugli stessi binari vengono trasportate altre cose”, non solo grano “ma in particolare armi, missili anticarro, veicoli blindati e tutti gli altri mezzi utilizzati per la guerra di aggressione contro l’Ucraina per uccidere pacifici civili ucraini e difensori ucraini. Pertanto, è del tutto naturale che questi binari non abbiano retto ora non funzionino per un po’”, ha detto il Yusov secondo Rbc-Ucraina.

Lo Stesso Yusov, aggiunge la tv ucraina, non ha escluso che incidenti simili possano ripetersi in Crimea fino alla liberazione della penisola: “Possiamo affermare che la normale infrastruttura funzionerà quando la Crimea tornerà in Ucraina, a condizione che non ci sia pace per i terroristi russi”, ha detto. Secondo i media russi circa 50 metri di ferrovia sarebbero stati danneggiati.

agi

News dal Network

Promo