Tarantino e Wenders illuminano Cannes. Attesa per l’arrivo di Jane Fonda

173 Visite

Un’altra leggenda americana, il regista Quentin Tarantino, è arrivato a Cannes ed è venuto a dare una vera e propria ‘lezione’ sulla settima arte e, naturalmente, a presentare un film. Due mesi dopo aver annunciato sul palco del Grand Rex di Parigi di voler girare in autunno il suo decimo film, The Movie Critic, presentato come l’ultimo di un’opera diventata un cult, Tarantino è stato l’ospite speciale della Quinzaine des Cine’astes.

La sala di questa sezione del Festival era gremita dal pubblico accorso ad ascoltare e vedere l’autore di “Kill Bill”, “Inglourious Basterds” e “Pulp Fiction”. Tarantino era stato invitato a parlare della sua visione del cinema. Si calcola che almeno duecento persone sono rimaste fuori dalla sala.

Il ritorno di Wim Wenders

Ma la cittadina francese ha visto anche il grande ritorno in concorso del tedesco Wim Wenders con “Perfect Days“. Il film racconta la storia di Hirayama, un impiegato dei bagni pubblici di Tokyo che rende immacolati, tranquillo e solitario che colleziona audiocassette di classici del rock. È un uomo umile ma sereno che segue un’assidua routine giornaliera che gli permette di coltivare le sue passioni: la musica, i libri, la fotografia e gli alberi. Il suo passato riemerge attraverso incontri inaspettati nelle strade della megalopoli giapponese.

festival cannes wenders tarantino fonda© AFPWim Wenders a Cannes

A interpretare il ruolo del protagonista è Koji Yakusho. “Wim mi aveva dato pochissime informazioni sul personaggio”, ha dichiarato l’attore. “Era la prima volta che giravo in questo modo, in un lasso di tempo molto breve, senza prove”. Una messa in scena ridotta, pochi dialoghi: Wim Wenders filma il risveglio di un uomo al mondo. Un uomo che si era ripiegato su se stesso a causa di un evento traumatico subito. Il regista tedesco ha anche presentato, fuori concorso, un documentario sull’artista tedesco Anselm Kiefer.

Presente a Cannes anche la regista Catherine Breillat e l’attrice Lea Drucker per il flim “L’Ete’ dernier“. Questa pellicola segna il ritorno della Breillat alla macchina da presa dopo dieci anni di assenza. La sua ultima apparizione a Cannes risale al 2007 con “Une vieille maitresse”, interpretato da Asia Argento. “L’Ete’ dernier” racconta la storia di un avvocato che inizia una relazione con il figlio adolescente del marito. 

Oggi, venerdì 26 maggio, è il giorno dell’arrivo a Cannes di un’altra star: Jane Fonda. L’attrice 85enne, vincitrice di due Oscar e già detentrice di una Palma d’Oro onoraria, verrà al Palais per parlare di cinema e probabilmente anche del suo impegno come attivista.

agi

News dal Network

Promo