Napoli – Spal, doppia premiazione per la chiusura dei ritiri a Dimaro

120 Visite

Trentino – Napoli – Spal, la Val di Sole che da anni ospita le due squadre di calcio ha fatto da scenografia alla singolare premiazione al quadrato tenutasi a qualche minuto dall”inizio della partita che lo scorso lunedì ha chiuso il ritiro di Dimaro – Folgarida. La cerimonia ha visto protagonisti alcuni esponenti significativi del calcio italiano: i portieri Meret e Gollini (nella foto sopra), il nuovo tecnico spallino Domenico Di Carlo e l”attaccante Mirco Antenucci, rientrato a Ferrara dopo quattro anni. A loro una delegazione dello Spal Club Mirabello-Terre del Reno, guidata dal presidente Delfo Verri e con i consiglieri Auro Scacchetti, Marco Catozzi e Gianfranco Corazzari, accompagnati dall’immancabile Maurizio Barbieri, ha consegnate delle targhe ricordo poco prima del calcio d’inizio.

A Di Carlo e alla squadra la Cantina Rotaliana di Mezzolombardo con la Val di Sole e il Guinness Club 92 Trento hanno fatto omaggio di un prestigioso Jeroboam di Teroldego Riserva Superiore 2018. Una data significativa per la Spal visto che chiuse al 13.o posto il campionato iniziato quell’anno.
Normalmente questa bottiglia da tre litri con il TrentoDoc viene utilizzata per premiare chi vince il GP di F1 – ha chiosato Diego Decarli, responsabile della Comunicazione del Ritiro del Napoli a Dimaro Folgarida, nel dare la bottiglia al tecnico – ma in questo caso abbiamo scelto il vino Teroldego per le sue caratteristiche corroboranti, ideali per affrontare idealmente un campionato certamente impegnativo qual è quello della Serie C”. 

Il nuovo tecnico della Spal ha ringraziato, chiosando con un beneagurante: “Lo terremo gelosamente custodito per aprirlo a fine stagione”. L’auspicio è il rientro in Serie B… Sarà un caso, ma l’impegnativa amichevole con i Campioni d’Italia è finita in parità e ha visto la Spal protagonista, addirittura capace di passare in vantaggio al 62’ con un gran gol di Puletto.

La breve cerimonia ha ricevuto l’attenzione anche della stampa e delle emittenti nazionali: Mediaset ha proposto un servizio curato da Carlo Landoni mentre l’altra televisione esclusivista della telecronaca di Napoli – Spal ha proposto il tutto in diretta a cura Massimo Ugolini, uno dei volti noti proprio di SKY che da anni segue i Campioni d’Italia assieme a Francesco Modugno. Una mini telecronaca durata una decina di minuti ma capace di valorizzare ulteriormente il brand di Dimaro Folgarida anche con la sua offerta invernale, della Val di Sole e del Trentino.

Lo Spal Club Mirabello-Terre del Reno è il protagonista di una storia che dura da 50 anni e trova sede in questo piccolo paese della provincia ferrarese di circa 3.300 abitanti. Le prime iniziative a sostegno delle sorti spalline avevano già preso corpo durante il lontano 1966 con la Spal presieduta da Paolo Mazza, con Petagna il panchina il cui nipote ha militato nella Spal e nel Napoli e ora al Monza, e con giocatori del calibro di Massei, Capello, Reja, Pasetti, Bozzao e tanti altri, che calcavano i campi della serie A.

News dal Network

Promo