Un Ferragosto inclusivo

303 Visite

E’ cosa sufficientemente notoria che il periodo estivo è meta di vacanze, mare gite fuori porta di conseguenza soprattutto nel periodo cruciale, ovvero la settimana di Ferragosto, le città si svuotano letteralmente.

Superfluo precisare che non tutti possono raggiungere mete alternative per tutta una serie di circostanze.

Allora diviene un dovere morale trovare soluzioni per chi residente in città. Si potrebbe pensare ad un telefono amico per coloro in condizioni di estrema solitudine, oppure un posto di aggregazione comune, con avvisi pubblici in cui si indichi un determinato luogo nel quale incontrare gente rimasta sul posto per confrontarsi, chiacchierare, cercare di trascorrere delle ore spensierate. Giovani volontari che in modo itinerante organizzano piccoli spettacoli di quartiere, musica in filodiffusione.

Tornei di calcetto per creare affiatamento, passeggiate in bici per tenersi in forma al contempo visitare luoghi attigui d’interesse storico culturale, ed ancora feste spontanee di quartiere con i residenti si organizzano per attuare tavolate, portando ognuno qualcosa da mangiare. Sono poche cose quelle elencate, tuttavia spero d’esser tornato utile ai tanti che si troveranno ad affrontare le vacanze estive in città.

Vincenzo Naturale


(foto: ansa)

News dal Network

Promo