Ricerca: pillola del giorno dopo, più efficace se presa con un antinfiammatorio

[epvc_views]

La pillola del giorno dopo è più efficace se assunta insieme a un farmaco antinfiammatorio comunemente usato per il dolore da artrite. A suggerirlo è uno studio controllato randomizzato condotto a Hong Kong su 860 donne che hanno richiesto la contraccezione d’emergenza dopo aver fatto sesso non protetto. La ricerca, pubblicata su ‘The Lancet’, si è svolta in un importante servizio locale dedicato alla salute sessuale e riproduttiva, tra agosto 2018 e agosto 2022.

Gli autori hanno rilevato che con la combinazione di levonorgestrel e il farmaco antinfiammatorio piroxicam è stato prevenuto il 95% delle gravidanze, rispetto al dato del 63% di gravidanze prevenute quando il levonorgestrel è stato assunto da solo. Si tratta, spiegano gli autori, del primo studio randomizzato in cui piroxicam è stato studiato per la sua azione contraccettiva negli esseri umani. Se questi risultati venissero riprodotti e dunque confermati da studi futuri, l’abbinamento piroxicam-levonorgestrel potrebbe essere adottato clinicamente – suggeriscono gli autori – quando il levonorgestrel è la contraccezione d’emergenza di scelta.

Due tipi di pillole contraccettive di emergenza – contenenti levonorgestrel o ulipristal acetato – sono il metodo contraccettivo di emergenza più utilizzato nella maggior parte dei Paesi, ma levonorgestrel risulta disponibile in più Paesi rispetto a quella di ulipristal acetato. Entrambi i contraccettivi agiscono prevenendo o ritardando l’ovulazione e nessuno dei due è efficace dopo l’ovulazione. L’efficacia accettata del levonorgestrel si basa sui risultati di uno studio del 1998 in cui levonorgestrel ha prevenuto il 95% delle gravidanze attese se assunta entro 24 ore dal rapporto sessuale non protetto, l’85% entro 25-48 ore e il 58% entro 49-72 ore. Tuttavia, ricerche più recenti suggeriscono che l’efficacia del levonorgestrel potrebbe essere inferiore.

«Questa pillola contraccettiva d’emergenza è una delle scelte più diffuse in molte parti del mondo, quindi scoprire che esiste un farmaco ampiamente disponibile che aumenta l’efficacia è entusiasmante»
, osserva Sue Lo della Family Planning Association di Hong Kong, co-ricercatore dello studio. «Il nostro lavoro – interviene il primo autore Raymond Li, università di Hong Kong, ha aggiunto – è il primo a suggerire che un farmaco prontamente disponibile e sicuro assunto contemporaneamente alla pillola di levonorgestrel può prevenire più gravidanze rispetto al solo levonorgestrel. Ci auguriamo che questi risultati portino a ulteriori ricerche e, in ultima analisi, a modifiche delle linee guida cliniche per consentire alle donne di tutto il mondo di accedere a una contraccezione di emergenza più efficace».

News dal Network

Promo