Von der Leyen affida a Draghi un’analisi sulla competitività dell’Ue

93 Visite

“Vedo tre grandi sfide economiche per il nostro settore nel prossimo anno: carenza di manodopera e competenze, inflazione e semplificazione degli affari per le nostre aziende”. Lo ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo discorso sullo Stato dell’Unione in plenaria al Parlamento europeo a Strasburgo. 

“Queste tre sfide – lavoro, inflazione e contesto imprenditoriale – arrivano in un momento in cui chiediamo anche all’industria di guidare la transizione pulita. Dobbiamo quindi guardare più avanti e definire come rimanere competitivi mentre lo facciamo. Per questo motivo ho chiesto a Mario Draghi – una delle più grandi menti economiche europee – di preparare un rapporto sull’argomento il futuro della competitività europea. Perché l’Europa farà “what ever it take” per mantenere il suo vantaggio competitivo”. Ursula von der Leyen lo ha annunciato al Parlamento nel suo discorso sullo Stato dell’Unione.

europa von der leyen chiesto mario draghi analisi competitivita© AfpUrsula von der Leyen e Mario Draghi

 “Nei prossimi 300 giorni dobbiamo finire il lavoro che ci hanno affidato” i cittadini. Ursula von der Leyen ha ringraziato l’Aula di Strasburgo “per il suo ruolo guida nel realizzare una delle trasformazioni più ambiziose che questa Unione abbia mai intrapreso”. “Quando nel 2019 mi sono presentato di fronte a voi con il mio programma per un’Europa verde, digitale e geopolitica, so che alcuni avevano dei dubbi. E questo prima che il mondo venisse sconvolto da una pandemia globale e da una brutale guerra sul suolo europeo.- ha detto – Ma guardate dove si trova l’Europa oggi”. 

La mappa dell’Unione che verrà

La presidente della Commissione Europea ha ricordato la nascita di “un’Unione geopolitica, sostenendo l’Ucraina, resistendo all’aggressione della Russia, rispondendo a una Cina assertiva e investendo in partenariati. Ora abbiamo un Green Deal europeo che rappresenta il fulcro della nostra economia e un’ambizione senza eguali. Abbiamo tracciato la strada per la transizione digitale e siamo diventati pionieri globali nei diritti online. Abbiamo lo storico NextGenerationEU – che combina 800 miliardi di euro di investimenti e riforme – e crea posti di lavoro dignitosi per oggi e domani”, ha aggiunto.

europa von der leyen chiesto mario draghi analisi competitivita© AFP

Ha tracciato poi la mappa dell’Unione che verrà. “Quest’Aula lo ha detto ad alta voce: il futuro dell’Ucraina è nella nostra Unione. Il futuro dei Balcani occidentali è nella nostra Unione. Il futuro della Moldova è nella nostra Unione. E so quanto sia importante la prospettiva europea per cosi’ tante persone in Georgia”.

In Europa si scrive la storia

von der Leyen ha citato poi la scrittrice e attivista ucraina, morta per le ferite riportate nel bombardamento di un ristorante a Kramators’k da parte dell’esercito russo. “Victoria Amelina ritiene che sia nostro dovere collettivo scrivere una nuova storia per l’Europa. Questa è la situazione in cui si trova oggi l’Europa. In un momento e in un luogo in cui si scrive la storia – ha detto la presidente della Commissione europea – Il futuro del nostro continente dipende dalle scelte che facciamo oggi. Sui passi che compiamo per completare la nostra Unione”.

Per von der Leyen “I cittadini europei vogliono un’Unione che li difenda in un momento di grande competizione di potere. Ma anche qualcuno che li protegge e sta loro vicino, come partner e alleato nelle loro battaglie quotidiane. E ascolteremo la loro voce. Se è importante per gli europei, è importante per l’Europa. Ripensa alla visione e all’immaginazione della giovane generazione con cui ho iniziato il mio discorso. È il momento di mostrare loro che possiamo costruire un continente in cui puoi essere chi sei, amare chi vuoi e puntare in alto quanto vuoi. Un continente riconciliato con la natura e all’avanguardia nelle nuove tecnologie. Un continente unito nella libertà e nella pace. Ancora una volta, questo è il momento per l’Europa di rispondere alla chiamata della storia”, ha aggiunto.

agi

News dal Network

Promo