Sono state ritrovate sette storie inedite di Cortazar

[epvc_views]

Sette storie inedite dello scrittore argentino Julio Cortazar rinvenute in una biblioteca privata dopo la morte del suo proprietario saranno vendute all’asta in Uruguay, il 12 ottobre. I testi sono stati scoperti nel dattiloscritto originale della raccolta intitolata “Storie di cronopios e di famas”, che comprende decine di brevi racconti scritti a Parigi, con relative annotazioni dello stesso autore. L’asta di Montevideo è organizzata dalle case Zorrilla Subastas (Uruguay) e Hilario (Argentina), che hanno fissato la base a 12 mila dollari mentre il valore del manoscritto è stato stimato tra 15.600 e 21 mila dollari.

I curatori assicurano che si tratta di un materiale “eccezionale”, per giunta “in ottimo stato”, raccolto in un cofanetto appositamente concepito per la sua conservazione. Il dattiloscritto, prodotto a Parigi nel 1952, è costituito da 46 brevi racconti su sessanta pagine dattiloscritte su un lato. Di questi 35 furono pubblicati “quasi senza modifiche” nella prima edizione di “Historia de cronopios y de famas” della casa editrice Minotauro di Buenos Aires nel 1962 e altri quattro successivamente, secondo il catalogo, quindi altri sette sono rimasti inediti. “Questo dattiloscritto è stato ritrovato a Montevideo, nella biblioteca di un individuo deceduto. È stato messo in una scatola senza essere catalogato. Il modo in cui è finito lì rimane sconosciuto”, ha riferito Guillermo Gonzalez di Zorrilla Subastas.

I preparativi per l’asta sono durati circa un anno, con la consulenza di due esperti di Cortazar: lo scrittore uruguaiano Aldo Mazzucchelli, dottore in lettere all’Università di Stanford, e il libraio argentino Lucio Aquilanti, autore di una “bio-bibliografia” su Cortazar, uscita nel 2014. “Possiamo dire senza dubbio che si tratta di un originale dell’autore, dattiloscritto, di straordinaria trascendenza”, ha commentato Lucio Aquilanti. Per l’occasione Cortazar ha utilizzato la stessa macchina da scrivere, una Royal, con la quale ha prodotto successivamente altri testi.

Il manoscritto costituisce il lotto 187 della vendita di 199 opere d’arte, libri, incisioni, mappe antiche, fotografie e oggetti storici. La vendita sarà trasmessa in diretta dalla sede di Zorrilla Subastas nel centro di Montevideo, con possibilità di fare offerte online tramite le piattaforme Invaluable (Stati Uniti) e Drouot (Francia).

Considerato uno dei più grandi scrittori latinoamericani, Julio Cortazar è nato a Ixelles (Belgio) il 26 agosto 1914. Giunse in Argentina quando la sua famiglia vi fece ritorno nel 1918, per poi ripartire nel 1951 in direzione della Francia, in segno di protesta contro la dittatura del generale Peron. Morì a Parigi il 12 febbraio 1984. La sua opera, che mescola spesso il genere fantasy o realismo magico tipici della letteratura sudamericana, e stata tradotta in una trentina di lingue. Il suo libro più noto, “Il gioco del mondo” (“Rayuela”), uscito nel 1963, è un romanzo labirintico di 600 pagine che intreccia storie tra Parigi e Buenos Aires, che il lettore può leggere in ordine o saltando da un capitolo all’altro – in tutto sono 155 – senza seguire lo schema classico della numerazione. 

agi

News dal Network

Promo