Dal manga al cinema, il ritorno dell’Uomo Tigre

136 Visite

Dal manga al cinema: ritorna ‘Tiger Mask’, noto in Italia come ‘L’Uomo Tigre’.

Fabula Pictures srl, Kodansha Ltd. e Brandon Box srl annunciano di aver firmato un accordo di partnership per lo sviluppo e la produzione del lungometraggio live-action sullo spietato wrestler che sarà girato tra l’Italia e il Giappone. “Tiger Mask è un personaggio molto amato sia in Giappone che in Italia grazie alle sue doti di eroe forte, affascinante e senza tempo fin dalla sua prima pubblicazione nel 1969“, afferma Yohei Takami, responsabile dei Diritti/Media Business di Kodansha. “Siamo entusiasti di poter presentare un nuovo ‘Tiger Mask’ al pubblico globale, collaborando con rispettati filmmaker italiani che condividono con noi l’amore e la passione per Tiger Mask, come Fabula Pictures e Brandon Box”.

Scritto da Ikki Kajiwara e illustrato da Naoki Tsuji , il manga originale di ‘Tiger Mask’ è stato pubblicato in Giappone dal 1968 al 1971 dalla casa editrice Kodansha sulla rivista Bokura Magazine (1968 – 1969) e su Weekly Shonen Magazine (1970 – 1971). Kajiwara (1936 – 1987) è stato uno dei grandi maestri del manga giapponese e, oltre a ‘Tiger Mask’ , ha creato serie cult come ‘Tommy the Star Of The Giants’ , dedicata al baseball, e il capolavoro ‘Rocky Joe’ che racconta la storia di un giovane pugile. Il manga di ‘Tiger Mask’ è pubblicato in Italia da Panini Comics e ha ispirato una serie anime molto popolare andata in onda in Italia per la prima volta nel 1984.

L’UOMO TIGRE, LA STORIA ORIGINALE

Ambientato alla fine degli Anni 60, il manga di Tiger Mask racconta la storia di uno spietato wrestler professionista che arriva in Giappone dopo aver calcato i ring americani. La spaventosa maschera di tigre nasconde in realtà Naoto Date, un giovane dal cuore d’oro che dona il ricavato dei suoi incontri all’orfanotrofio dove è cresciuto da bambino. Ma Tana delle Tigri , la feroce organizzazione che lo ha addestrato e reso Tiger Mask, non tollera che uno dei suoi lottatori si ribelli e decide di eliminarlo . Con il coraggio che lo ha sempre contraddistinto, Naoto decide di non piegarsi al ricatto e affronta uno dopo l’altro i terribili avversari incaricati di ucciderlo.

“Siamo orgogliosi di annunciare questo ambizioso progetto che conferma la nostra passione per la ricerca di storie universali, capaci di emozionare e coinvolgere sia il pubblico nazionale che quello internazionale. Questa partnership con Brandon Box e Kodansha rappresenta un passo importante nel posizionamento strategico della nostra azienda nell o scenario dell e produzioni audiovisive”, commentano Marco e Nicola De Angelis, amministratori delegati di Fabula Pictures.

Andrea Sgaravatti, CEO di Brandon Box, aggiunge: “La passione per i manga e gli anime che ha sempre contraddistinto Brandon Box ha radici molto profonde. Nasce nelle storie che hanno segnato la nostra infanzia, come quella di ‘Tiger Mask’. Una storia profonda, che ci ha conquistato da bambini e ci ha aiutato a crescere e lottare durante l’adolescenza. Siamo convinti che l’adattamento che stiamo sviluppando con due partner straordinari come Fabula Pictures e Kodasha ci porterà a compiere un viaggio straordinario”.

Il film, di forte respiro internazionale, sarà ambientato tra Italia e Giappone e, seguendo la tradizione della property, vedrà un nuovo protagonista indossare la maschera di tigre.

Fonte Agenzia DIRE – www.dire.it

News dal Network

Promo