Il Comando di Difesa aerospaziale del Nord America rintraccia Babbo Natale

88 Visite

 L’agenzia di monitoraggio militare congiunta statunitense-canadese ha continuato la sua decennale tradizione natalizia di tracciare gli spostamenti di Babbo Natale, aiutando i bambini di tutto il mondo a scoprire quando la sua slitta piena di regali e alimentata da renne arriverà in città.

Un sito web interattivo in 3D all’indirizzo www.noradsanta.org ha mostrato Babbo Natale e le sue renne lungo il percorso immaginato per le consegne in tutto il mondo, consentendo agli utenti di fare clic e di saperne di più sulle varie città lungo il percorso.

Il tracker di Babbo Natale presentato dal Comando di Difesa aerospaziale del Nord America (NORAD) risale al 1955, quando un annuncio su un giornale del Colorado riportava un numero di telefono per mettere in contatto i bambini con Babbo Natale, ma li indirizzava erroneamente alla linea diretta del centro nevralgico militare. Per evitare di deludere i più piccoli, l’allora direttore delle operazioni del NORAD, il colonnello Harry Shoup, ordinò al suo staff di controllare i radar per vedere dove potesse trovarsi il vecchio Babbo Natale e aggiornare i bambini sulla sua posizione.

centro militare usa canada rintraccia babbo natale© AFPJoe e Jill Biden rispondono al call center del Norad

Sessantotto anni dopo, il NORAD continua la tradizione di istituire un call center temporaneo presso la sua sede in Colorado per rispondere alle domande più scottanti dei bambini. Una foto pubblicata dal gruppo su Facebook mostra file di persone che rispondono al telefono, alcune in uniforme e altre con cappellini rossi da Babbo Natale.

Alcune personalità di alto livello degli Stati Uniti, in particolare il presidente Joe Biden e la moglie Jill Biden, si sono uniti all’azione natalizia. “Questa sera, il Presidente e la First Lady hanno partecipato alle chiamate del Comando di Difesa aerospaziale del Nord America per il tracciamento di Babbo Natale con i bambini e le famiglie di tutto il Paese”, ha dichiarato la Casa Bianca in un comunicato. Domenica scorsa il tracker si è spento per un breve periodo, lasciando i bambini della regione del Pacifico all’oscuro della sua esatta posizione.

“Ehi Santa Trackers! Potremmo avere un paio di difficoltà tecniche con la nostra mappa di tracciamento, ma Santa sta ancora volando! È diretto alle Fiji!”, ha dichiarato il gruppo che gestisce il tracker sulla sua pagina Facebook, prima di annunciare un fix un’ora dopo. Secondo il NORAD, Babbo Natale ha iniziato il suo viaggio con una prima tappa fuori dal mondo: la Stazione Spaziale Internazionale in orbita intorno alla Terra. La slitta trainata dalle renne è stata vista attraversare Israele e la parte meridionale di Gaza, attraversare l’Africa e dirigersi a sud verso la Palmer Station, una struttura di ricerca in Antartide.

Babbo Natale ha poi attraversato il Sud America, diretto verso gli Stati Uniti, scaricando circa 100.000 regali al secondo, per un totale di circa 4,9 miliardi di regali all’0130 GMT di lunedì, secondo il tracker. Quando non diffonde il buonumore per le feste, il NORAD conduce operazioni di controllo e allarme aerospaziale e marittimo, compreso il monitoraggio dei lanci missilistici dalla Corea del Nord, cosa che potrebbe essere nei pensieri di Babbo Natale quest’anno mentre passa di qui, con l’ultimo test ICBM effettuato a pochi giorni dal suo arrivo.

agi

News dal Network

Promo