Le scampagnate dei “compagni” sindacalisti

142 Visite

Le foto a corredo di queste brevi righe si riferiscono alle 14:00 passate (da poco) dello scorso venerdì 22 dicembre 2023, dopo la grande adunata proclamata da Filcams CGIL, Fisascat CISL e UILtucs per manifestare contro il mancato rinnovo dei contratti per i lavoratori di alberghi e agenzie di viaggio, negozi, supermercati  e ristoranti, mense e attività termali.

Ora, senza entrare nel merito dell’opportunità della scelta di una data a 48 ore dalla Vigilia del Natale, con tutta l’agitazione (non quella sindacale ma quella reale) delle famiglie impegnate nella lotta contro il traffico e il tempo disponibile per acquistare l’ultimo regalo senza sfigurare nell’immancabile “scambio”, non si può nascondere che le immagini regalano uno scenario da vero e proprio vandalismo urbano.

Siamo a Piazza Garibaldi, Napoli dove, mentre le non proprio oceaniche folle dei “compagni” si disperdevano in ristoranti e trattorie delle traverse del centro, bandiere, carte, scatoloni e materiale usato per la classica sceneggiata alla quale siamo ormai abituati sono rimaste a far bella (?!) mostra di sé ai turisti in arrivo. 
Quantomeno singolare che lavoratori e loro rappresentanti proprio della sfera del turismo e del commercio abbiamo messo in mostra una tale mancanza di sensibilità e spirito di classe operaia per i “compagni” che li hanno dovuti subire.

Singolare, ma anche esponenziale dimostrazione di un certo modo ipocrita di fare sindacalismo turistico spacciandolo per lotte e battaglie che finiscono “tragicamente” (per dirla col dipendente rag. Ugo Fantozzi) per danneggiare operai e lavoratori dei quali per definizione – invece – si dovrebbero rappresentare le istanze.

Senza contare l’epocale mancanza di rispetto per una delle più belle e antiche città turistiche del mondo.
Cari “compagni”, qui di rosso c’è da mostrare solo un bel “cartellino”, con relativa squalifica per più giornate motivata con comportamento antisportivo…

GINO GIAMMARINO

News dal Network

Promo