Undici morti in Australia per le piogge torrenziali, due sono minorenni

75 Visite

Almeno undici persone, tra cui due minorenni, hanno perso la vita annegando o per la caduta di alberi a causa delle forti tempeste che hanno colpito l’Australia orientale questa settimana, hanno riferito le autorità. Un minore in età scolare è morto quando un “grosso ramo” di un albero gli è caduto addosso mentre si trovava con la sua famiglia nella città di Gowangardie, nello stato sud-orientale di Victoria, ha detto la polizia di questa giurisdizione.

Sempre a Victoria, le autorità hanno segnalato altri tre decessi tra martedì e mercoledì. Mentre nel vicino Queensland, nel nord-est del Paese, il bilancio delle vittime sale a sette, tra cui una bambina di nove anni che è stata travolta da un’alluvione.

Le piogge torrenziali e i venti fino a cento chilometri orari, che hanno causato inondazioni e in alcuni casi grandinate, hanno lasciato senza elettricità più di 124.000 persone nel Queensland meridionale il giorno di Natale, di cui circa 45.000 sono ancora senza elettricità.

Da parte sua, il Bureau of Meteorology prevede che intense tempeste colpiranno il sud-est del Queensland durante il fine settimana. Allo stesso modo, i temporali che hanno colpito il Nuovo Galles del Sud tra domenica e martedì hanno allagato diverse strade di Sydney, così come l’aeroporto della città, mentre decine di case sono state danneggiate dalla grandine nei quartieri di questa giurisdizione.

L’Australia ha affrontato una stagione di forti piogge sulla sua costa orientale nonostante il clima più secco del solito quest’estate australe a causa di El Nino, un fenomeno naturale causato dalle correnti nell’Oceano Pacifico che, aggravato dal riscaldamento globale, potrebbe causare disastri devastanti. 

agi

News dal Network

Promo