Zelensky: bersagliati da 110 missili russi, almeno 10 morti

77 Visite

Esplosioni sono state avvertite nella capitale ucraina. Lo ha dichiarato il sindaco di Kiev Vitali Klitschko, dopo che alcuni attacchi hanno preso di mira diverse città dell’Ucraina, facendo scattare l’allarme aereo nazionale. Mezza dozzina di città sono state colpite dagli attacchi russi, tra cui Kharkiv (Nord-Est), Leopoli (Ovest) e Odessa (Sud), hanno dichiarato le autorità, e un allarme aereo nazionale è stato attivato intorno alle cinque del mattino. I cittadini sono stati esortati a rimanere nei rifugi.

Kharkiv è sotto un massiccio lancio di razzi. In città ci sono state almeno sei esplosioni”, riferisce su Telegram il sindaco di Kharkiv, secondo quanto riporta RBC-Ucraina. In precedenza, l’aeronautica militare dell’Ucraina aveva avvertito del passaggio di missili in direzione di Kharkiv. Il primo bilancio degli attacchi è di un morto e 15 feriti.

ucraina allarme aereo esplosioni kiev kharkiv© Vyacheslav Madiyevskyy / NurPhoto / NurPhoto via AFP 

Secondo il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, la Russia ha lanciato un centinaio di missili sull’Ucraina nel più grande attacco degli ultimi mesiuccidendo almeno 10 persone e ferendone oltre 70. “Oggi la Russia ha usato quasi tutti i tipi di armi del suo arsenale: Kinzhal, S-300, missili da crociera e droni. I bombardieri strategici hanno lanciato missili X-101/X-505. In totale sono stati lanciati circa 110 missili contro l’Ucraina, la maggior parte dei quali è stata abbattuta”, ha dichiarato Zelensky su X.

Kiev chiede “piu’ aiuti” dopo gli attacchi russi

Gli attacchi mostrano che l’Ucraina ha bisogno di più aiuti da parte dei partner occidentali, ha detto il capo di gabinetto del presidente Volodymyr Zelensky, Andriy Yermak. “Facciamo tutto il possibile per rafforzare il nostro scudo antiaereo. Ma il mondo deve vedere che abbiamo bsogno di più aiuti e mezzi per fermare questo terrore”, ha scritto su Telegram.

L’Onu, attacco russo inaccettabile prova sofferenze del popolo ucraino

Gli attacchi russi sull’Ucraina delle scorse ore sono “un altro esempio inaccettabile dell’orribile realtà che deve affrontare il popolo ucraino, che ha reso il 2023 un altro anno di enormi sofferenze”. Lo ha dichiarato la responsabile umanitaria dell’Onu in Ucraina, Denise Brown. 

agi

News dal Network

Promo