Raid ucraino su Belgorod, le vittime salgono a 24

108 Visite

 È salito a 24 il numero delle vittime del bombardamento di Belgorod da parte delle forze armate ucraine. Lo ha riferito il governatore locale, Vyacheslav Gladkov sul suo canale Telegram.

“I nostri medici stanno lavorando con tutti gli altri e tutte le medicine necessarie sono disponibili. Oggi incontrerò il personale sanitario e i feriti e faremo di tutto per garantire che tornino a casa il più rapidamente possibile”, ha assicurato Gladkov.

Dei 109 feriti nel raid di ieri, 25 rimangono in gravi condizioni. I bambini deceduti sono 3, mentre altri 17 sono feriti.

Gladkov su Telegram ha specificato ancora che nel raid ucraino sono stati danneggiati 30 condomini, 381 appartamenti, 3 case private, strutture pubbliche, tra cui una scuola, un liceo e un asilo e molte automobili.

La risposta russa non si è fatta attendere e nella notte scorsa le forze di Mosca hanno lanciato in poche ore due attacchi con droni di fabbricazione iraniana “Shaeed” contro la città ucraina di Kharkiv, causando il ferimento di 26 persone, tra le quali due minori, e danneggiando diverse infrastrutture civili.

Lo riporta il sito ucraino Kiyv Independent, che cita un posto su Telegram del sindaco di Kharkiv, Ihor Terekhov. “Sono stati colpiti diversi edifici residenziali nel centro della città. Ci sono degli incendi. Tutti i servizi competenti sono già sul posto”, ha dichiarato Terekhov, secondo cui sono state distrutte le reti di approvvigionamento idrico della città, e danneggiati un gasdotto, un asilo e un ospedale, oltre a 13 condomini residenziali. 

Lavrov: “Con gli Usa le relazioni sono deteriorate fino al limite”

La disponibilità della Russia a ripristinare un dialogo completo con gli Stati Uniti non dovrebbe essere data per scontata, ha affermato il ministro degli Esteri di Mosca, Serghei Lavrov, in un’intervista a Ria Novosti.

“La nostra disponibilità a ripristinare un dialogo completo con gli Stati Uniti non dovrebbe essere data per scontata“, ha affermato Lavrov. Secondo il capo della diplomazia di Mosca, “le relazioni russo-americane si sono deteriorate fino al limite per colpa di Washington, che ha formalizzato dottrinalmente il compito di infliggere una sconfitta strategica alla Russia“, ha aggiunto Lavrov. 

 agi

News dal Network

Promo