New York in tilt per un’ondata di manifestazioni pro-Gaza, oltre trecento arresti

105 Visite

Centinaia di manifestanti hanno bloccato tutte le maggiori strade di accesso a New York in un’ondata di manifestazioni pro-Gaza. Per circa un’ora e mezza, tra le 9,40 e le 11,15, vi sono state tensioni tra automobilisti e manifestanti. La polizia ha arrestato in tutta la città 325 persone.

new york ondata manifestazioni pro gaza e palestina arresti traffico paralizzato© ANGELA WEISS / AFPPoliziotti di New York arrestano manifestanti filo-palestinesi mentre bloccano l’ingresso di Manhattan del ponte di Brooklyn 

I sit-in con richieste di cessate il fuoco e slogan pro-Palestina sono stati organizzati sul Brooklyn Bridge, sul Manhattan Bridge, su quello di Williamsburg e all’Holland Tunnel, paralizzando il traffico nell’ora di punta. Un uomo rimasto imbottigliato nel blocco stradale ha perso la pazienza quando i manifestanti, con il volto coperto da una maschera, si sono messi davanti alla sua Honda Suv, rifiutandosi di lasciarlo passare.

new york ondata manifestazioni pro gaza e palestina arresti traffico paralizzato© Bryan R. Smith / AFPManifestanti pro-Gaza arrestati per aver bloccato il traffico all’ingresso dell’Holland Tunnel 

“Quello che state facendo – ha urlato – è contro la legge, non potete farlo”. Davanti al muro dei manifestanti, l’automobilista ha aggredito uno di loro e ha cominciato a urlare: “Levatevi di torno, ho una figlia a Brooklyn che mi aspetta”. L’uomo è rientrato in macchina, ha acceso il motore e ha cominciato ad andare avanti. Alla fine, quando hanno capito che non si sarebbe fermato, lo hanno lasciato passare.

new york ondata manifestazioni pro gaza e palestina arresti traffico paralizzato© ANGELA WEISS / AFPManifestanti pro-Gaza arrestati a New York

A metà mattinata la situazione è tornata alla normalità, ma centinaia di persone sono state portate via dalla polizia e caricate su autobus fatti arrivare dal dipartimento. 

agi

News dal Network

Promo