Sotto Gaza almeno 550 chilometri di tunnel

79 Visite

Un tunnel era sufficientemente largo da far passare un’auto. Un altro si estendeva per quasi tre campi da calcio ed era nascosto sotto un ospedale. Un altro ancora si apriva sotto la casa di un alto comandante di Hamas e per arrivarci bisognava percorrere una scala a chiocciola che secndeva alla profondità di una ventina di metri. Questi dettagli e le nuove informazioni, alcuni resi pubblici dall’esercito israeliano e documentati da video e fotografie, sottolineano il motivo per cui i tunnel erano considerati una grave minaccia per l’esercito israeliano a Gaza anche prima dell’inizio della guerra.

Ma i funzionari e i soldati israeliani che da allora li hanno esplorati sono rimasti stupiti dalla portata, la profondità e la qualità dei tunnel costruiti da Hamas. Anche alcuni dei macchinari utilizzati per costruirli i tunnel hanno sorpreso l’esercito israeliano. A dicembre, si stimava che la rete fosse di circa 400 chilometri. Alti funzionari della difesa israeliana, che hanno parlato con il New York Times, stimano che la rete sia in realtà compresa tra 550 e 700 chilometri con 5.700 pozzi di accesso: cifre straordinarie per un territorio che nel suo punto più lungo misura appena 40 chilometri.

gaza tunnel 550 chilometri © JACK GUEZ / AFP 

Per l’esercito israeliano i tunnel sono un incubo sotterraneo e il fulcro della capacità di Hamas di sopravvivere. Ogni obiettivo strategico di Israele a Gaza è ora legato alla loro distruzione.
“Se vuoi distruggere la leadership e l’arsenale di Hamas, devi distruggere i tunnel”, ha detto Daphne Richemond-Barak, esperta di guerra nei tunnel nella Reichman University in Israele. Hamas ha investito molto nei tunnel poiché non ha le risorse o i numeri per combattere l’esercito israeliano in una guerra convenzionale.

Il gruppo utilizza i tunnel come basi militari e arsenali e fa affidamento su di essi per spostare le sue forze senza essere scoperto e proteggere i suoi comandanti. Un documento del 2022 mostrava che Hamas aveva stanziato un milione di dollari per le porte dei tunnel, i laboratori sotterranei e altre spese solo a Khan Younis. Secondo l’intelligence israeliana ci sono circa 160 chilometri di tunnel proprio sotto Khan Younis, la città più grande del sud di Gaza, dove le forze israeliane sono ora impegnate in pesanti combattimenti e dove Yahya Sinwar, il leader militare di Hamas a Gaza, aveva una casa.

Un rapporto del 2015 indicava che Hamas aveva speso più di 3 milioni di dollari per la realizzazione di tunnel in tutta la Striscia di Gaza, molti dei quali realizzati sotto infrastrutture civili e luoghi sensibili come scuole e ospedali, sostiene l’esercito israeliano che dice di averne trovato di due tipi: quelli utilizzati dai comandanti e gli altri utilizzati dagli agenti. I tunnel dei comandanti sono più profondi e confortevoli, consentono soggiorni più lunghi e sono piastrellati. Gli altri sono più spartani e spesso meno profondi. 

agi

News dal Network

Promo