Emmy: flop di ascolti, i più bassi di sempre

73 Visite

Gli Emmy Awards, ritardati dallo sciopero, hanno registrato gli ascolti più bassi di sempre, secondo i dati preliminari di martedì, mentre continua la tendenza al ribasso del pubblico per l’evento di gala. L’ultima stagione di “Succession” ha dominato la serata costellata di star, che ha visto anche grandi vittorie per “The Bear” e “Beef“, in una cerimonia ben prodotta e costellata di nostalgia che celebra decenni di successi televisivi.
Ma anche con alcuni dei più grandi nomi del piccolo schermo presenti, solo 4,3 milioni di spettatori si sono sintonizzati, ha detto un portavoce dell’emittente FOX, in calo rispetto ai 5,9 milioni dell’ultima edizione del 2022.

Lo spettacolo di gala era stato posticipato dalla sua consueta data di settembre perchè Hollywood era in stasi a causa di uno sciopero combinato di sceneggiatori e attori.
Ma spostare la cerimonia a gennaio – proprio nel bel mezzo della stagione dei premi cinematografici – ha fatto considerare molti degli spettacoli televisivi in concorso come produzioni già passate.

Lunedì sera c’era anche la concomitanza della partita di playoff win-or-go-home nella popolarissima NFL del football americano, con milioni di fan che si sono sintonizzati per guardare i Tampa Bay Buccaneers battere i Philadelphia Eagles.

“Questa è stata la prima volta in assoluto che gli Emmy Awards sono andati in onda contro una partita di playoff della NFL, dato che la cerimonia è andata storicamente in onda ad agosto/settembre”, ha detto il portavoce della FOX, definendolo il programma di intrattenimento del lunedì sera più visto sulla rete negli ultimi 18 mesi. 

agi

News dal Network

Promo