Missili russi su Kharkiv, almeno 17 morti e droni su Odessa

64 Visite

 Le Forze di difesa del sud dell’Ucraina hanno distrutto 13 droni russi in tre regioni diverse. Lo riferisce via Telegram il Raggruppamento meridionale delle Forze di difesa.

“Nella notte, il nemico ha attaccato le regioni meridionali con droni di tipo Shahed-131 e 136. La difesa aerea ha lavorato per quasi tre ore. Due droni sono stati distrutti nelle regioni di Mykolaiv e Kirovohrad”, si legge nel post su Telegram. Nel mirino soprattutto la città di Odessa, sulla quale stavano per cadere 11 droni, messi fuori uso prima che raggiungessero la costa. Molti sono caduti in mare, ma frammenti e onda d’urto hanno raggiunto condomini, negozi e auto private nel quartiere Primorsky di Odessa, provocando danni. 

Due missili russi lanciati su Kharkiv hanno provocato 17 morti. Lo riferisce il capo dell’amministrazione militare dell’oblast di Kharkiv, Oleh Syniehubov.

 

 

“Una donna di 43 anni è stata ricoverata in ospedale in gravi condizioni. Altre dieci persone sono in condizioni lievi e moderate”, ha detto, aggiungendo più tardi che le donne in gravi condizioni sono due
Secondo il sindaco Ihor Terekhov, almeno dieci edifici residenziali a più piani sono state danneggiati.

Kuleba, Russia nemico potente

“Stiamo combattendo un nemico potente, un nemico molto grande che non dorme. Richiede tempo”. Lo ha detto il ministro degli esteri ucraino, Dmytro Kuleba, intervenendo al World Economic Forum. 

Zelensky, Occidente aiuti l’Ucraina

L’Occidente aiuti l’Ucraina a conquistare la “superiorità aerea” contro la Russia. Lo ha affermato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, intervenendo al World Economic Forum a Davos. “I nostri partner conoscono le nostre esigenze e in quale quantità”, ha continuato, aggiungendo che Kiev ha dimostrato di poter “colpire aerei militari russi che nessuno aveva abbattuto fino ad ora”.

Von der Leyen, stiamo preparando quadro negoziale

 “In preparazione dei negoziati di adesione, stiamo iniziando il processo di screening e mettendo insieme il quadro negoziale” con l’Ucraina. Lo ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo intervento al Parlamento europeo. 

agi

News dal Network

Promo