La Groenlandia ha perso 5.000 chilometri quadrati di ghiaccio in 40 anni

54 Visite

La calotta glaciale della Groenlandia, la seconda più vasta al mondo, ha perso circa 5.091 chilometri quadrati di ghiaccio dal 1985. A questo inquietante risultato giunge uno studio, pubblicato sulla rivista Nature, condotto dagli scienziati del Jet Propulsion Laboratory di Pasadena. Il team, guidato da Chad Greene, ha esaminato le osservazioni satellitari raccolte dal 1985 al 2022 per stabilire 236.328 posizioni dei terminali glaciali.

Le calotte glaciali di tutto il mondo, spiegano gli esperti, hanno subito un ritiro negli ultimi decenni, e la calotta glaciale della Groenlandia ha mostrato un calo notevole della massa ghiacciata dagli anni ’90. I modelli climatici attuali suggeriscono che questa perdita continuerà, ma l’indagine su cosa sia avvenuto nel passato potrebbe offrire uno sguardo interessante sulle previsioni del prossimo futuro.

In questo lavoro, gli scienziati hanno quantificato i cambiamenti verificatisi nella calotta a livello di strati di ghiaccio, superficie totale e processi di rottura. Stando a quanto emerge dall’indagine, la Groenlandia ha perso circa 5.091 chilometri quadrati di ghiaccio negli ultimi quattro decenni, pari a 1.034 gigatonnellate di ghiaccio. In particolare, riportano gli autori, la calotta si è ridotta in media di 218 chilometri quadrati ogni anno a partire dal gennaio 2000.

Gli esperti sottolineano che questa quantità di ghiaccio non sembra aver contribuito in modo sostanziale all’innalzamento del livello del mare, ma potrebbe influenzare i modelli di circolazione oceanica e di distribuzione dell’energia termica. Gli studiosi hanno inoltre scoperto che i ghiacciai Jakobshavn Isbr e Zachari Isstrm hanno subito la perdita più importante dal 1985 al 2022. Secondo gli scienziati, la variabilità stagionale dei ghiacciai potrebbe rappresentare un predittore efficace del ritiro di ghiaccio a lungo termine.

Sarà necessario proseguire le ricerche, concludono gli autori, per elaborare nuovi paradigmi di previsione dello scioglimento della calotta e degli effetti che la perdita di ghiaccio provocherà nel prossimo futuro.

agi

News dal Network

Promo