Tentano di liberare il figlio di un boss, dodici morti in Messico

111 Visite

Un convoglio di sei furgoni con più di venti sicari ha tentato di liberare in Messico il figlio del capo di un gruppo criminale identificato come Carlos Humberto ‘N’, primogenito di Jesùs Humberto ‘N’, alias ‘Chubeto’, che è stato arrestato e identificato dalla procura Generale di Sonora come uno dei principali generatori di violenza nel Nord-Ovest del Messico.

Nel tentativo di salvarlo, gli uomini armati si sono scontrati con le autorità sull’autostrada tra Hermosillo e Bahìa de Kino. Il risultato dello scontro con la polizia è stato di 12 morti. L’ufficio del procuratore generale di Sonora ha riferito che due agenti sono rimasti feriti.

agi

News dal Network

Promo