Terremoto in Cina, scossa 7.1 al confine tra Xinjiang e Kyrgyzstan

83 Visite

Sono molte le persone rimaste ferite e le case crollate in seguito al terremoto di magnitudo 7.1 che si è registrato al confine tra Kyrgyzstan e lo Xinjiang. Lo riporta il Global Times precisando che non si hanno notizie di vittime. Secondo la China Earthquake Administration l’epicentro è stato registrato a una profondità di 22 chilometri nella zona montuosa di confine della contea di Wushi, nella regione dello Xinjiang, nella Cina nordoccidentale. La Xinhua ha precisato, citando l’Agenzia per i terremoti dello Xinjiang, che l’epicentro si trova a circa 50 chilometri da Wushi. Sono cinque i villaggi situati entro un raggio di 20 chilometri attorno all’epicentro.

Numerose le scosse di assestamento, almeno 40 quelle registrate secondo il China Earthquake Networks Center, la più forte di magnitudo 5.3. Interrotta la circolazione ferroviaria dopo che almeno 27 treni sono stati colpiti dal sisma, come riporta la Xinhua. Il ministero cinese per la gestione delle Emergenze ha inviato soccorsi, tra cui tende, cappotti, trapunte, materassi, letti pieghevoli e stufe.

Le scosse sono state avvertite anche in Kazakistan, dove ad Almaty le persone sono fuggite dalle case, ma non sono stati registrati danni. Anche in Uzbekistan sono state avvertite scosse.

adnkronos

News dal Network

Promo