Elezioni Usa 2024, “Michelle Obama in campo contro Trump”: lo scenario del New York Post

49 Visite

Michelle Obama e non Joe Biden contro Donald Trump nelle elezioni Usa 2024. E’ il New York Post a delineare lo scenario da ‘fantapolitica’: il ritiro del presidente Biden dalla corsa per la rielezione annunciato a maggio, con la discesa in campo – a sorpresa ma in realtà preparata da tempo – di Michelle Obama che ottiene poi la nomination democratica per la Casa Bianca alla convention ad agosto.

Il piano, secondo il tabloid conservatore, sarebbe orchestrato da Barack Obama che, come hanno rivelato nelle scorse settimane diversi media americani, è sempre più preoccupato dalla possibilità che il suo ex vice presidente non riesca a battere di nuovo Trump in uno scontro diretto.

“Obama ha sondato il terreno con i suoi finanziatori”, scrive il Post citando fonti informate secondo le quali anche l’uscita pubblica di qualche settimana fa dell’ex first lady, che in un’intervista ha detto che l’eventualità di un ritorno di Trump la “terrorizza” e le toglie il sonno, non è stata casuale ma fa parte sempre dell’attenta orchestrazione del marito.

Secondo il tabloid, l’ex presidente starebbe andando, in modo riservato, in pressing sull’80enne Biden e sul suo staff per convincerlo alla rinuncia. Manovre che non sono poi neanche così sotterranee se si pensa alla posizione assunta da David Axelrod, l’ex stratega di Obama, che ha pubblicamente messo in dubbio il fatto che la scelta di candidarsi alla rielezione da parte di Biden sia stata “saggia” o “nell’interesse del Paese”.

Il Post già nei giorni scorsi aveva scritto della possibile candidatura di Michelle – ipotesi che a dire il vero circola da quando il marito ha lasciato la Casa Bianca considerata l’enorme popolarità di cui gode l’ex first lady – rivelando che oltre un anno fa, nell’estate del 2022, in un incontro con importanti Ceo, lei stessa aveva annunciato: “Intendo candidarmi e sto chiedendo il vostro sostegno”.

Ma una sfida diretta a Biden era impensabile, così – sempre secondo la ricostruzione del Post – è iniziato il pressing per convincere Biden a rinunciare all’inizio dell’estate, a ciclo delle primarie concluso e poco prima dell”incoronazione’ della convention. Il team dell’ex presidente e dell’ex first lady starebbero continuando a lavorare per sondare il terreno con i grandi donatori e finanziatori che decidono le sorti delle campagne elettorali negli Usa.

adnkronos

News dal Network

Promo