Ucraina, aereo russo abbattuto Belgorod: servizi segreti Kiev aprono inchiesta

[epvc_views]

L’Sbu, l’agenzia dei servizi segreti ucraini, ha aperto un’inchiesta per accertare la causa dello schianto dell’aereo militare da trasporto russo Il-76 nella regione russa di Belgorod. Lo ha riferito il sito dell’Ukrainska Pravda, ricordando che, secondo fonti dello Stato Maggiore ucraino, l’aereo trasportava missili per il sistema di difesa S-300.

Secondo Mosca, invece, a bordo c’erano 65 prigionieri di guerra ucraini che venivano trasportati per uno scambio, sei membri dell’equipaggio russo e tre persone di scorta. Mosca ha affermato che gli ucraini sarebbero stati trasportati nell’aereo per uno scambio di prigionieri.

Trovate scatole nere

Sono intanto state trovate le due scatole nere dell’Ilyushin 76 precipitato ieri nell’oblast russo di Belgorod e che, secondo Mosca, sarebbe stato abbattuto dalle forze di Kiev. Lo ha riferito l’agenzia di stampa Tass, precisando che le due scatole verranno decrittate in un laboratorio del ministero della Difesa. La consegna dei due dispositivi è prevista domani. “Secondo i dati preliminari, lo stato di entrambi i registratori di volo consente loro di essere decriptati. Verranno consegnati venerdì ad un laboratorio speciale del ministero della Difesa dove saranno decriptati”, ha dichiarato una fonte alla Tass.

Zelensky chiede inchiesta internazionale

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto un’inchiesta internazionale. Nel suo discorso video di ieri sera, Zelensky ha affermato che è “ovvio che i russi stanno giocando con la vita dei prigionieri ucraini, con i sentimenti dei loro parenti e con le emozioni della nostra società”, sottolineando che “tutti i fatti devono essere accertati”.

“Se intende un’indagine internazionale sulle azioni criminali del regime di Kiev, è assolutamente necessaria”, ha replicato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, che poi ha aggiunto: “Le prospettive future dello scambio di prigionieri tra Russia e Ucraina non sono ancora chiare, non si può dire nulla” sul fatto che l’ipotesi di scambio sia sospesa. Parlando delle conseguenze dell’eliminazione dell’aereo da trasporto militare russo Il-76 da parte delle forze armate ucraine, Peskov ha affermato che “nessuno può dire come ciò influenzerà le prospettive di continuazione del processo di scambio, che, devo ripetere, dovrebbe svolgersi nel silenzio più assoluto”.

Riunione Consiglio Onu

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite si riunirà questa sera a New York per affrontare la questione dell’aereo militare russo precipitato ieri vicino Belgorod. Il Consiglio ascolterà prima a porte chiuse il rapporto del direttore generale dell’Aiea Rafael Grossi sulla situazione della centrale nucleare di Zaporizhzhia e si riunirà quindi su richiesta della Russia in merito allo schianto dell’Il-76 nella regione di Belgorod.Secondo un corrispondente di Ukrinform a New York, la prima riunione a porte chiuse del Consiglio di sicurezza inizierà alle 15 ora locale, la seconda inizierà alle 17 circa.

Kiev: abbattuti 11 droni durante la notte

L’Ucraina ha abbattuto 11 dei 14 droni d’attacco di tipo Shahed lanciati dalla Russia nella notte. Lo ha reso noto l’aeronautica miliare di Kiev. I droni sono stati lanciati da Primorsko-Akhtarsk, nella Russia meridionale, al largo della costa del Mar d’Azov, e da Chauda, in crimea. I droni sono stati abbattuti sopra le regioni di Mykolaiv e Odessa.

Le forze russe hanno preso di mira anche l’oblast di Kharkiv con missili S-300 lanciati dalla regione di Belgorod. Il governatore dell’oblast di Dnipropetrovsk Serhii Lysak ha detto che una fabbrica nel distretto di Kryvorizkyi è stata danneggiata dall’attacco dei droni. Non sono state segnalate vittime. Nel respingere l’attacco aereo sono state coinvolte unità missilistiche antiaeree e gruppi di fuoco mobili dell’aeronautica e delle forze di difesa ucraine.

Kiev: 379.610 soldati russi uccisi da inizio guerra

La Russia ha perso 379.610 soldati in Ucraina dall’inizio della guerra, il 24 febbraio 2022, ha riferito lo Stato maggiore delle forze armate ucraine. Il numero include 950 vittime subite dalle forze russe nell’ultimo giorno. Secondo il rapporto, la Russia ha perso anche 6.257 carri armati, 11.621 veicoli corazzati da combattimento, 12.044 veicoli e serbatoi di carburante, 9.067 sistemi di artiglieria, 972 sistemi di razzi a lancio multiplo, 660 sistemi di difesa aerea, 331 aerei, 324 elicotteri, 7.033 droni, 1.844 navi da crociera. missili, 1.420 pezzi di equipaggiamento speciale, 23 imbarcazioni e un sottomarino.

adnkronos

News dal Network

Promo