Isee 2024, ecco gli importi da non superare per accedere ai vari bonus e agevolazioni: scopri tutte le soglie aggiornate

152 Visite

Tutti i bonus e le agevolazioni del governo per Isee dai 6.000 ai 35.000 euro

Dimmi il tuo ISEE e ti dirò a quali bonus hai diritto. Non è un segreto che l’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) è uno strumento fondamentale per accedere a diversi tipi di agevolazioni e bonus offerti dallo Stato. Vediamo, a seconda dello scaglione ISEE in cui rientri, a quali agevolazioni hai diritto.

Con ISEE pari o inferiore a 6.000 euro, è possibile fare richiesta del Supporto per la formazione e il lavoro, la nuova misura di attivazione al lavoro, mediante la partecipazione a progetti di formazione, riqualificazione professionale, nonché di orientamento al lavoro. Essa riconosce un’indennità di 350 euro mensili, per un massimo di 12 mesi.

Nel caso di ISEE inferiore a 8.000 euro, con tale soglia Isee è possibile ottenere la Carta Acquisti che prevede l’accredito bimestrale di 80 euro, da utilizzare per la spesa alimentare e per il pagamento delle bollette di gas e luce presso gli uffici postali. Tale agevolazione è dedicata ai nuclei familiari con almeno un minore di 3 anni o per gli over 65.

Il limite Isee sale a 10.737 euro per gli over 75.

La soglia di ISEE pari o inferiore a 9.360 euro è quella necessaria per l’assegno di inclusione, che ha sostituito in parte il reddito di cittadinanza. Tale misura, che è riservata alle famiglie in cui è presente un minore, un disabile o una persona che abbia compiuto 60 anni, dà diritto ad una somma non inferiore a 480 euro mensili.

Ancora, bisogna considerare un ISEE pari o inferiore a 9.530 euro. Tale soglia ISEE permette di beneficiare del bonus sociale sulle bollette di gas e acqua. Il limite si innalza a 20.000 euro nel caso di nuclei familiari con almeno 4 figli a carico.

Invece, un ISEE pari o inferiore a 15.000 euro permette l’accesso a più agevolazioni:

– bonus sulle bollette di energia elettrica. Il limite si alza a 30.000 euro nel caso di famiglie con almeno 4 figli;

– carta Dedicata a te per l’acquisto di beni alimentari e di prima necessità, che offre un sostegno di circa 460 euro;

– bonus psicologo, pari a 1.500 euro. Se l’ISEE è ricompreso tra i 15.000 e i 30.000 euro il rimborso è di 600 euro. Ancora, con un ISEE tra i 30.000 e i 40.000 euro, il bonus sarà di 500 euro.

Poi, con un ISEE inferiore a 17.000 euro, si ha diritto all’Assegno unico per figli a carico. Questo contributo è garantito a tutte le famiglie indipendentemente dalla situazione economica. Tuttavia, l’entità della misura cambia in base a diversi fattori, tra cui l’ISEE, l’età e il numero di figli o la presenza di disabili in famiglia. Gli importi sono aggiornati annualmente in base al costo della vita. Per il 2024 è previsto un bonus dai 57,20 euro ai 199,40 euro per figlio, con una revisione ufficiale dei tassi prevista nei prossimi mesi.

Nell’ipotesi di ISEE inferiore a 20.000 euro, si può accedere all’Assegno di maternità erogato dai Comuni dal valore di 405 euro (fino a 5 mensilità): tale sostegno può essere richiesto, alla nascita del figlio, dalle madri che non beneficiano di altro trattamento economico legato alla maternità.

Ancora, per ISEE inferiore a 25 mila euro, è possibile accedere al Bonus asilo nido. Esso dà diritto alla somma di 272,70 euro per 11 mensilità (totale 3.000 euro). Tale bonus spetta anche a chi ha un Isee tra 25.001 a 40.000 euro. In tal caso, la cifra si abbassa a 227,20 euro per 11 mensilità (totale 2.500 euro). Infine, per chi ha un Isee superiore a 40.001 euro, il bonus è di 136,30 euro per 11 mensilità (1.500 euro).

Infine, si deve anche considerare la Carta cultura con ISEE fino a 35mila euro. Il voucher di 500 euro dedicato ai ragazzi nati nel 2005 è riservato ai giovani appartenenti a famiglie con ISEE inferiore a 35mila euro. 

Franco Marella

Fonte:brocardi.it

News dal Network

Promo