La regolazione ematoclinica come segreto di bellezza: parla la Prof.ssa Diffidenti

100 Visite

“La bellezza riparte dal check-up ematico”: è quanto afferma proposito della regolazione ematoclinica Bianca Diffidenti, specialista in medicina estetica avanzata e docente universitario.
“Eccessi di zuccheri e carboidrati così come di proteine complesse, concentrate in tempi brevi – afferma la Prof.ssa – possono attentare sicuramente al buon funzionamento del nostro fisico, spesso non abituato a periodi così intensi di “food-overflow”.  

Quali sono i primi sintomi?
Affaticamento, difficoltà di digestione, insonnia… e non solo. In presenza di questa particolare condizione fisica bisogna necessariamente provvedere a disintossicarci. A tal fine occorre individuare quale sia il punto di partenza per dare il via a trattamenti.
“Tutto ciò è ancora più rilevante – prosegue la Diffidenti – se la bellezza non la si considera solo in senso stretto, come bellezza estetica, ma anche come naturale riflesso di benessere psicofisico”.  

Ma esiste una formula magica che sta bene su tutto? 
“Assolutamente no! Però esistono più formule personalizzate. Qualunque forma di terapia o di intervento andrà personalizzato e cucito addosso al paziente ricorrendo anche ad un coordinamento con altre branche medico-sanitarie come la psicologia. Tutto si sceglie e si decide con il paziente solo dopo un attento ascolto delle sue esigenze, della sua storia clinica, del suo stile di vita. In pratica si parte dall’ascolto della sua mente e del suo corpo, si interpretano le sue esigenze fisico-psicologiche e si procede alla cura del sé che racchiude l’estetica del corpo e quella dell’anima”.

News dal Network

Promo