Mo: striscioni CasaPound per soldato Usa che si è dato fuoco per Gaza, ‘stop genocidio’

100 Visite

“Non servono pistole ma estintori. Stop genocidio in Palestina”. CasaPound stanotte ha affisso striscioni in tutta Italia in memoria di Aaron Bushnell, il militare americano 25enne che domenica si è dato fuoco davanti all’ambasciata israeliana di Washington al grido di “Free Palestine”. Lo slogan usato dal movimento richiama quanto si vede nel video choc che riprende l’estrema protesta del militare, con una agente di polizia che punta la pistola verso l’uomo già a terra coperto dalle fiamme e un pompiere che grida “Non ho bisogno di armi, ma di un estintore”.

In una nota, CasaPound sottolinea come arrivi dagli Usa “il monito più potente contro il massacro di Gaza”, definendo l’atto suicida di Bushnell come un “gesto terribile e grandioso che ci ricorda altri martiri che si diedero fuoco per cercare di scuotere le coscienze contro le violenze e le prevaricazioni. Come Ian Palach che si sacrificò davanti ai carri armati russi, oggi il venticinquenne Aaron illumina con il suo corpo trasformato in torcia la protesta contro l’aggressione nei confronti di una popolazione vessata da quasi 80 anni di occupazione”.

News dal Network

Promo